ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Dagli inizi di novembre, specialisti di Cuba e degli Stati Uniti partecipano alla seconda spedizione scientifica marina congiunta, stavolta a bordo della nave delle investigazioni Alucia, il cui proposito consiste nello studio della biodiversità del sistema della scogliera del parco nazionale Jardines de la Reina.
Il Gruppo d’Informazione e Comunicazione del Ministero di Scienza, Tecnologia e Ambiente –CITMA- ha informato Granma che il periplo terminerà giovedì 23 e che interverranno per la parte anfitriona esperti del Centro delle Investigazioni Marine dell’Università de L’Avana , dell’Istituto delle Scienze del Mare, dell’impresa Nazionale per la Protezione della Flora e della Fauna e della Divisione degli Studi Marini  del Gruppo di Imprese Geocuba, con il coordinamento del Centro Nazionale delle Aree Protette.
La rappresentazione del paese del nord è formata da investigatori dell’Istituto Woods Hole, che con i colleghi cubani prenderanno mostre per le analisi genetiche di specie di coralli e di altri organismi marini.
Il Parco Nazionale  Jardines de la Reina è un’area protetta,  localizzata a sud delle provincie di Ciego de Ávila e Camagüey.
Si estende dal golfo de Guacanayabo alla baia di Casilda e presenta uno degli ecosistemi di scogliere di coralli meglio conservati della regione dei Caraibi.
( Traduzione GM – Granma Int.)