ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

L’Avana.- La Cripta del Mambí Ignoto, una sala a forma di volta, ubicata al primo  piano del Capitolio e che onora coloro che morirono nella prima guerra per l’indipendenza, è stata recuperata seguendo l’idea iniziale, ha informato il quotidiano Granma.
L’accuratezza e la genialità dei restauratori è stata messa a dura prova nel complesso lavoro di recupero dell’emblematico edificio dove si stano eseguendo  gli ultimi lavori, restituendo  tutto lo splendore originale.
Mariela Mulet, a capo  del Gruppo Inversiones Prado, che ha investito nell’opera, ha precisato a Granma che quando sono iniziati i lavori nel 2013, è stato stato utilizzato il progetto originale rispettando il suo importante significato e il suo grande valore patrimoniale.
Ora un sarcofago mostra i simboli nazionali e conserva al suo interno i resti di un mambì sconosciuto. portati dal Pantheon dei Veterani dell’Indipendenza del Cimitero di Colón.
 Ai suoi piedi c’è l’offerta di fiori che si riceve settimanalmente a nome del   Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, Presidente dei  Consigli di Stato e dei Ministri.
La fiamma  eterna occupa il centro della Cripta del Mambí Ignoto, perfettamente allineata con il diamante del Salone dei Passi Perduti e la cima della cupola del Capitolio.
Nei laterali  in bronzo ci sono con lo Scudo delle Armi di Cuba le note dell’Inno di Bayamo composto da Perucho Figueredo, e le parole di  Carlos Manuel de Céspedes  quando fu proclamato Presidente nell’ Assemblea di Guáimaro.
Come complemento, in ogni spazio del  Pantheon si ascolta l’opera del compositore Hubert de Blanck, “Parafrasi sobre el Himno Bayamés”, interpretata dalla Camerata Romeu.
 Il progetto dell’architetto Félix Cabarrocas, costruito con la direzione di un altro architetto, Eugenio Raynieri Piedra, ha preso corpo situando il tumulo come lo avevano immaginato.
Mulet ha informato anche che nel salone vicino, ancora in riparazione, si incorporerà un audiovisivo dove si mostra la storia di questo Pantheon e del resto dell’edificio, inaugurato nel 1929.
La Cripta è aperta al pubblico e nella misura in cui termineranno i restauri, si apriranno altri spazi  di questo Monumento Nazionale.( Traduzione GM – Granma Int.)