ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Ortelio González Martínez

JARDINES DEL REY, Ciego de Ávila.– Lo sforzo comune tra i lavoratori del turismo, di vari organismi dell’amministrazione centrale dello Stato e del settore non statale, ha permesso la realizzazione dell’inimmaginabile in un così breve periodo: il recupero in poco più di 40  giorni della maggioranza delle installazioni della destinazione  Jardines del Rey, severamente danneggiate dall’uragano Irma.
L’entrata in funzionamento delle  prime 7.400 abitazioni, delle  8.028 disponibili nei  cayos Coco e Guillermo, ha permesso di cominciare la stagione invernale  2017-2018 con un prodotto rinnovato e di alto standard nella maggioranza dei luoghi, superiore a quello offerto prima del ciclone.
In una tappa iniziale hanno  aperto le porte dieci installazioni nei due isolotti, prima del 15 novembre, e poi lo hanno fatto gli altri alberghi, includendo l’hotel  cinque stelle Pullman Cayo Coco, molto danneggiato da Irma e il primo della destinazione in contratto d’amministrazione con la catena francese Accord Iyolexis Correa Lorenzo, delegata del Mintur a Ciego de Ávila,  ha riferito in un incontro con la stampa che questa è la risposta al richiamo del  Generale d’ Esercito Raúl Castro, Presidente dei Consigli  di Stato e dei Ministri, di riparare nel minor tempo i danni provocati da Irma, e nel caso di questo polo turistico s’include anche la restituzione della vitalità di tutte le attività extra alberghiere : le marine, il delfinario, i ranchones sulla spiaggia e il centro della scalata
Rocarena, una delle poche installazioni nei Jardines del Rey che non ha subito danni.
Alcuni giorni prima la giornalista  Hortense des Dorides, nel portale canadese www.paxnouvelles.com, aveva scritto : « I danni provocati da Irma nel polo turistico sono stati trasformati in opportunità per migliorare le condizioni già esistenti dalla ristrutturazione delle facciate, alla modernizzazione degli interni delle abitazioni e sino alla costruzione di nuovi solarium di spiaggia ».
Anche se non sono giunti ancora voli, l’Aeroporto Internazionale  Jardines del Rey, che il 24 dicembre prossimo compirà 15 anni è tornato alle sue abituali operazioni con un volo della Cubana proveniente dal Canada, il  maggior portatore di turismo verso questa destinazione.
La linea aerea canadese Transat  ha annunciato per il 15  novembre l’arrivo del primo volo da  Montreal. ( Traduzione GM – Granma Int.)