ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Cortesía della ZEDM

A quattro anni dalla sua creazione  la Zona Speciale di Sviluppo Mariel (ZEDM)  conta già con 31 progetti  approvati ed ha captato un ammontare d’investimenti che supera i 110 milioni di dollari.
Ana Teresa Igarza, direttrice  generale dell’ Ufficio della Zona, ha detto che sono state autorizzate sino ad oggi cinque imprese con capitale al cento per cento cubano, 16 con capitale al cento per cento straniero, otto imprese miste e due contratti d’associazione economica internazionale.
La partecipazione degli investitori di 14 paesi dell’America Latina e dell’America del nord, così come la presenza di otto multinazionali, confermano la volonta di differenziare il mercato, e consolidano la ZED Mariel come spazio propizio per lo stabilimento degli investimenti .
 Ana Teresa  Igarza ha detto che esistono 9 progetti in operazione e ci sono altri quattro impianti che possono cominciare a funzionare nel prossimo anno; e si continuerà a lavorare in parallelo allo sviluppo delle infrastrutture,  captazione e approvazione degli affari, così come al processo degli investimenti per lo stabilimento e la loro produzione.
Nella cornice del 2º Forum degli Investimenti che si è concluso ieri nella terza giornata della Fiera Internazionale de L’Avana, Ana Teresa Igarza ha presentato anche la cartella delle opportunità di affari della  ZEDM, la quale conta con 50 progetti distribuiti nei  settori dell’ industria, la biotecnologia y la farmaceutica, la logistica, la costruzione, il trasporto, l’ agroindustria e il ramo immobiliare. ( Traduzione GM – Granma Int.)