ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

L’Avana.- «La presenza di 60 paesi nella prossima Fiera Internazionale de L’Avana, FIHAV 2017, dimostrerà la fiducia in Cuba nonostante l’indurimento del blocco statunitense», ha assicurato Rodrigo Malmierca, ministro cubano del Commercio Estero e l’Investimento straniero.
In una conferenza stampa il ministro ha precisato vari dettagli su quello che avverrà dal 30 ottobre al 3 novembre in questo importante incontro che si realizza quando il governo degli Stati Uniti restringe l’assedio unilaterale e retrocede nel processo verso la normalità e i vincoli bilaterali», ha sottolineato.
Lo spazio fieristico Expocuba, ha detto, sede abituale dell’evento, accoglierà circa tremila espositori stranieri, 37 delegazioni di paesi soci commerciali con Cuba, 19 guidate da ministri, e 50 Camere e istituzioni promotrici del commercio a livello mondiale.
«Questa partecipazione, ha indicato il ministro cubano, ratifica che nonostante le pretese della nazione nordamericana per isolare Cuba, questa è aperta alle relazioni di amicizia e cooperazione».
Malmierca ha commentato che 16 compagnie statunitensi hanno riservato 250 metri quadrati dell’area espositiva, una cifra inferiore a quella della fiera precedente come effetto dei cambi della politica annunciata dal presidente Donald Trump.
Poi il ministro ha informato che nell’ambito della FIHAV si esporrà la terza attualizzazione del ventaglio delle opportunità, più ampio come numero di progetti e per il capitale straniero che è necessario attrarre, e che sono presenti tutti i settori prioritari per la realizzazione di affari con investitori stranieri.
Nel vasto numero di attività e incontri previsti, va segnalata la realizzazione del II Forum degli Investimenti, il 31 ottobre e il 1º novembre, con l’obiettivo di rendere più effettive le alleanze con gli imprenditori stranieri.
Nei cinquemila metri quadrati del Padiglione  Centrale di Expocuba –riservati tradizionalmente per il paese anfitrione—, ci saranno  132 stands  che  rappresenteranno circa 300 imprese e entità nazionali di tutti i settori economici.
Abraham Maciques, direttore generale del Gruppo d’Imprese Palco, ha sostenuto che sono pronti i 15 padiglioni affittati dai paesi in un’area simile a quella dell’edizione precedente, quando la Fiera ha occupato circa 18.000 metri quadrati.
Tra le nazioni con la maggior presenza ci saranno, ha detto  Maciques, la Spagna, Cina, Brasile, Germania, Italia, Russia, Panama, Olanda e Portogallo.  
A tono con il criterio del Comitato Organizzatore, la FIHAV è la borsa commerciale di carattere generale più importante di Cuba e dei Caraibi, e una delle più rappresentative in America Latina. ( Traduzione GM – Granma Int.)