ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Incrementare la resa agricola e utilizzare di più le aree coltivabili è stato uno dei richiami durante l’incontro. Photo: ACN

Fomentare la produzione di alimenti e contribuire allo sviluppo di queste voci dell’economia è stato l’obiettivo che ha riunito i  contadini di tutto il paese nel VI Plenum del Comitato Nazionale della ANAP,  appena realizzato, il 21 e 22, nel Centro Integrale Niceto Pérez García.
José Ramón Machado Ventura, secondo segretario del Comitato Centrale del Partito e vicepresidente dei  Consigli di Stato e dei Ministri ha segnalato l’importanza di ottenere una maggior produttività utilizzando razionalmente le risorse che lo Stato destina a questo impegno ed ha anche risaltato la necessità di ottenere un auto rifornimento nei territori che presentano le condizioni per questo.
I dibattiti, le analisi e il controllo degli accordi approvati nel XI Congresso dell’ organizzazione hanno favorito uno spazio per la valutazione reale del loro funzionamento sino alla fine dell’anno e la proiezione di strategie incamminate a produrre maggiori volumi di tuberi, legumi, ortaggi, carne e latte.
Gustavo Rodríguez Rollero, ministro dell’Agricultura (Minag)  ha indicato l’imperativo di pianificare ogni investimento nei settori di produzione e per l’implementazione dei programmi di sviluppo nelle cooperative.
Il titolare ha sottolineato anche che va messo a fuoco il lavoro per incrementare la resa agricola e utilizzare di più le aree coltivabili.
Anche se in maniera generale la ANAP mostra risultati stabili ed è stato indicato che persistono insufficienti nel settore, per cui è indispensabile un lavoro più sostenuto, organizzato ed efficiente, come principale garante della varietà e la qualità degli alimenti che la popolazione domanda.
Per realizzare questo sono già conclusi e approvati 1318 programmi di sviluppo nelle cooperative , cioè il 40% del totale.
 Dopo i danni provocati dal ciclone Irma, sia la ANAP che il Minag  hanno tra le priorità il recupero nel minor tempo possibile delle aree danneggiate, portando ad un buon ritmo la produzione di canne da zucchero e rivitalizzando la produzione di caffè, cacao e tabacco, quest’ultima d’importanza vitale per l’esportazione.
Rafael Santisteban Pozo, presidente dell’ANAP, ha segnalato tra le principali conquiste il miglioramento dell’attenzione agli associati, il vincolo con le organizzazioni  (UJC, FMC, Minint) e il lavoro con i giovani.
Ugualmente ha segnalato i passi avanti nei processi di fiscalizzazione e controllo, il rispetto dei contratti e la consulenza giuridica alle cooperative.
Il Plenum ha ratificato l’impegno di realizzare gli incarichi della produzione ed ha condannato in maniera unanime il blocco economico contro l’Isola, che ha provocato tanti danni al settore dell’agricoltura.
Questo reclamo è espressione, ancora una volta dell’appoggio del mondo rurale cubano al progetto sociale che si sta costruendo nell’Isola, anche con gli uomini e le donne del solco. (Traduzione GM - Granma Int.)