ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Sergio Pichardo. Photo: Ventura de Jesús García

MATANZAS.–Sergio Pichardo di Matanzas fu scelto per suonare il silenzio nella veglia solenne in memoria del  Comandante Ernesto Che Guevara, nell’ottobre del 1967. Anche se l’esecuzione durò appena  30 secondi, lui ricorda quel breve istante come un momento importante nella sua già lunga vita di musicista. Allora aveva 24 anni e suonava la tromba nella Banda di Musica dello Stato Maggiore Generale.
«Un giorno mi chiamarono nell’ufficio del direttore e mi chiesero se ero capace di suonare in qualsiasi luogo questo brano musicale che si suona generalmente per gli eroi, per rendere loro il maggior rispetto.
Pichardo disse di sì senza chiedersi di cosa si trattava e dopo aver mostrato la sua disposizione, dovette provare per molti giorni sino a convincere l’organizzatore dello storico avvenimento.
Quando seppe in dettagli della grandezza e della solennità della cerimonia, s’impegnò a farlo con estrema sensibilità, in modo squisito, assicura.
Mezzo secolo dopo ricorda che se il silenzio è un’espressione molto semplice, quella fu  un’azione commovente.
 «Nel mezzo di quella tensione drammatica, andai sul podio indicato per rendere omaggio al Guerrigliero Eroico, vicino a dove si trovavano Fidel e gli altri alti dirigenti della Rivoluzione. Nell’aria c’era un sentimento di tristezza.
Pur così giovane, il bravo trombettista di Matanzas conosceva le virtù e le prodezze del Che, leggendario combattente che considerava un uomo di grande tempera, che aveva profondamente impressionato tutti i cubani. Le sue simpatie per il Che crebbero con il passare del tempo.
 Sergio Pichardo assicura che parla poche volte del privilegio che ha significato essere stato scelto tra tanti buoni suonatori di tromba, per interpretare il silenzio quel giorno in Piazza della Rivoluzione.
Poi ha detto che la musica scelta per la cerimonia fu  Suite de las Américas, di Dámaso Pérez Prado, melodia che è servita per identificare la figura di Che Guevara.  
Crede che allora, chissà per la sua gioventù, non stimò in tutta la sua dimensione l’importanza di quanto accadde.
Questo musicista di Matanzas ha suonato con la direzione di maestri d’orchestra come  Mario Romeu, Rodrigo Pratts e Adolfo Guzmán, e fu prima tromba della Riverside, popolare gruppo che si distingueva per la voce di José Antonio Tenreiro Gómez.
Ha fatto parte anche del gruppo  Yaguarimú e dal  2009 è fondatore e direttore della Casino Bellamar, un’orchestra con formato jazz band.
Ora è molto animato perché spera che sua orchestra conquisti uno spazio.
Nonostante il passare degli anni, Sergio Pichardo non dimentica quel giorno in cui interpretò le note del silenzio durante la veglia solenne in memoria del Comandante Ernesto Che Guevara. ( Traduzione GM – Granma Int.)