ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

CIENFUEGOS.–Le esperienze  del Consiglio di Difesa Provinciale (CDP), delle sue strutture analoghe a scala municipale, e di tutti gli organismi dello Stato nella prevenzione e lo scontro prima, durante  e dopo il ciclone Irma, sono state esposte a Cienfuegos, con l’obiettivo di guadagnare una maggior sapienza  di fronte al maneggio di eventi di questo tipo nel futuro.
Si  è trattato di una valutazione integrale finale che ha avuto un periodo precedente in ognuno degli otto municipi come parte di una strategia d’ apprendimento, grazie alla quale sono state raccontate esperienze politiche e negative che sono lezioni, ha segnalato la presidente del CDP, membro del Comitato Centrale del Partito e prima segretaria a Cienfuegos, Lidia Esther Brunet Nodarse.
Al di là di qualsiasi segnalazione è stato valutato l’immenso e collettivo sforzo per prevenire, custodire e curare le ferite dell’evento naturale, basandosi sulla premessa dell’unità del popolo per una causa sacra.
 La vicepresidente del CDP, Mayrelis Pernía Cordero,  ha detto nel suo rapporto dell’incontro che sono state protette circa  23 000 persone, che 3500 studenti sono tornati nelle loro case, come 378 campeggiatori e 406 mezzi di trasporto, tutti con una rapidità veramente lodevole per questo e per la sua qualità.
La vicepresidente ha aggiunto che con l’obiettivo di eseguire il richiamo  fatto da  Raúl al popolo di Cuba, a Cienfuegos, sono state create 18 brigate miste in tutti i municipi con circa 260 lavoratori.
«Conclusi i lavori di recupero, sono stati articolati gruppi temporanei di lavoro per organizzare e dirigere le azioni di ricostruzione e recupero dei danni», ha sottolineato Mayrelis Pernía nell’incontro, realizzato martedì 3 nell’Università di Scienze Mediche di Cienfuegos. ( Traduzione GM – Granma Int.)