ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

SANTA CLARA.— Con l’arrivo ieri lunedì 25, di diversi voli delle linee aeree  Jet Blue e American Airlines, l’Aeroporto Internazionale Abel Santamaría normalizza le sue operazioni, interrotte dai danni provocati alle sue installazioni dall’uragano Irma.
Omar Gil Ramos, direttore generale di questo terminal aereo, ha precisato a Granma che lo sforzo realizzato dai lavoratori e dalle forze d’appoggio giunte dalla capitale ha permesso di realizzare la prodezza in soli 14 giorni di ridare la vitalità all’aeroporto, considerato il terzo del paese per il numero dei voli che riceve, dopo L’Avana e Varadero.
Si è lavorato in maniera intensa alla pulizia, alla riparazione dei tetti e dei falsi tetti danneggiati per almeno 1200 metri quadrati,  del pavimento che ne aveva perso almeno 200 e ad altri danni provocati all’installazione.
Ugualmente è stato installato tutto il moderno equipaggiamento in dotazione dell’aeroporto, preservato prima del passaggio di Irma e sono stare realizzate le prove pertinenti prima di reiniziare i lavori normali, ha segnalato il dirigente.
Po ha spiegato che lentamente si stanno regolarizzando i viaggi delle differenti linee aeree che volano a Santa Clara, sino ad ottenere la massima capacità operativa, fatto che avviene durante la stagione alta del turismo che inizierà il prossimo mese di novembre, quando sono previsti 22 voli al giorno.
Recentemente, il Abel Santamaría ha ottenuto due medaglie d’oro e una di bronzo nell’evento della linea aerea  Sunwing, realizzato a Cancún, in Messico, nel quale è stato premiato questo aeroporto tra più di  50 destinazioni di tutta l’America  dove giunge questa compagnia, per il miglior tempo di permanenza a terra, la rapida consegna dei bagagli e le entrate sulle vendite, ha informato Gravilén Fonte Ayala, capo dell’Unità delle Operazioni Tierra, del terminal aerea di Santa Clara. ( Traduzione GM – Granma Int.)