ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

L’impresa statale cinese Beijing Interprises Group  ha donato all’Isola un milione di dollari destinati al recupero del paese dopo il passaggio dell’uragano  Irma.
Wang Jian, vice gerente generale della nota impresa lo ha detto a Esteban Lazo Hernández, membro del Burò Politico del Partito e presidente dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare (ANPP), durante un incontro realizzato nel Capitolio de L’Avana, sede del parlamento cubano.
L’ imprenditore  cinese ha consegnato al presidente del parlamento cubano il facsimile ampliato del bonifico corrispondente come impegno.    
Durante l’incontro, Wang Jian ha anche trasmesso a Esteban Lazo la sua
preoccupazione per i danni materiali provocati dal ciclone ed ha insistito che la donazione è una mostra della solidarietà senza condizioni della nazione asiatica con Cuba e il suo popolo.
Esteban Lazo Hernández ha ringraziato per il gesto ed ha messo in risalto le relazioni di fraternità tra i due paesi.
«La Beijing Interprises Group è un esempio, ha assicurato il funzionario cubano, perchè partecipa in diversi investimenti a L’Avana, tra i quali va segnalato il ristorante  Beijing, che sarà inaugurato prossimamente .
Ha partecipato all’incontro Félix Mejías Ruiz, direttore delle Relazioni
Internazionali e di Collaborazione del Consiglio  d’Amministrazione  Provinciale
de L’Avana.

È GIUNTA A CUBA UNA DONAZIONE D’ARTICOLI D’EMERGENZA PROVENIENTE DAL GIAPPONE

Due aerei con articoli d’emergenza donati dal Giappone sono giunti ieri, martedì 19,  come parte degli aiuti internazionali offerti ai cubani dopo i danni provocati dall’uragano Irma.
Gli invii sono stati coordinati dall’Agenzia di Cooperazione Internazionale del Giappone e consegnati a L’Avana alle autorità del ministero cubano del Commercio Estero e l’Investimento Straniero dall’ambasciatore giapponese nell’Isola, Masaru Watanabe, e dal rappresentante del citato organismo, Ozawa Shoji.
In accordo con i funzionari asiatici, lo scorso 14 settembre il Governo del Giappone ha deciso d’inviare aiuti umanitari a Cuba, colpita da un uragano di grande intensità.
Il carico ricevuto comprende 37 generatori elettrici da cinque  kW, 40 purificatori di acqua, 30 contenitori  di nylon ricoperti di PVC con capacità per  4.300 litri e 2.000 recipienti semi pieghevoli di  polietilene con capacità per dieci litri.
Realizzando la consegna alle autorità , Watanabe  ha espresso le sue condoglianze per le perdite di vite umane nel passaggio dell’uragano ed ha trasmesso un messaggio di solidarietà al popolo cubano.
«Giappone e Cuba non si possono liberare da questo tipo di fenomeni naturali e per questo non possiamo restare indifferenti e doniamo questi articoli», ha detto il diplomatico.
«È una donazione modesta ma simbolica della solidarietà»,  ha aggiunto, ed ha segnalato che questo invio è una continuazione degli aiuti offerti all’Isola dei Caraibi lo scorso anno dopo il passaggio dell’uragano Matthew nell’oriente del paese.
«Confidiamo che Cuba ancora una volta dimostrerà che può andare avanti e speriamo di vederla presto totalmente ristabilita», ha deto ancora. ( Traduzione GM – Granma Int.)