ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Nella termo elettrica Guiteras si lavora instancabilmente. Photo: Ventura de Jesús García

MATANZAS.–Esteban Lazo Hernández, presidente del Parlamento cubano, ha insistito sulla necessità di accelerare al massimo possibile il processo di recupero, con una forte enfasi in questi fronti che inquietano maggiormente la popolazione, come il servizio elettrico.
«Questo è il primo impegno in questo sforzo che ora realizziamo  per risolvare i problemi provocati dall’uragano Irma, perchè niente disturba di più il nostro popolo della mancanza d’elettricità», ha commentato il membro  del Burò Politico durante una sessione di lavoro del Consiglio di  Difesa Provinciale.
Poi ha commentato che il colpo più forte in questo settore lo ha ricevuto la termo elettrica Antonio Guiteras, unità decisiva nella generazione d’energia nel paese, e questo implica un grande sforzo per un danno  che non si risolve in due giorni.
Boris Meneses, direttore generale del settore elettrico a Matanzas, ha detto che ricevono già il servizio in forma totale i residenti del  municipio di Ciénaga de Zapata e Varadero, e il 30% degli abitanti del capoluogo provinciale
Il funzionario ha spiegato che c’è un numero di circuiti pronti che non prestano ancora servizio per deficit di energia, situazione che si risolverà piano piano.
Lazo ha suggerito di mettere in azione tutte le misure preventive previste, cioè controllare bene le linee per evitare incidenti quando i circuiti cominceranno a funzionare.
Nelle riunione è stato precisato che Varadero sarà pronta per l’alta stagione, prima del15 novembre. Lo ha detto IvisFernández, delegata del Ministero del Turismo a Matanzas ed ha dettagliato che in questo momento operano 29 alberghi e che si continuano le azioni per ristrutturare le installazioni che hanno sofferto danni parziali.
Su richiesta di Esteban Lazo, il delegato del Citma nella provincia, Oscar García,  ha sostenuto che la spiaggia si trova in uno stato perfetto anche se in alcuni settori, come in quello del Kawama, si nota la perdita di sabbia e una diminuzione dell’area di sole. Il dirigente ha detto anche che gli effetti dell’ uragano non sono visibili nelle aree riparate.
Lazo  ha sostenuto che è necessario lavorare duramente per lasciare pronta Varadero, più bella per la stagione alata.
Informando sul bilancio dei danni Tania León Silveira, vice presidente del Consiglio di Difesa Provinciale,  ha informato che l’uragano ha provocato danni parziali a 200 case, includendo 200 crolli.
Inoltre ci sono danni in circa 1000 ettari dell’agricoltura e ad un volume non disprezzabile di canne da zucchero,  con altri campi coperti d’acqua nelle zone basse.
In tutti i casi è possibile far diminuire le perdite e lavorare intensamente per cambiare il panorama che vediamo oggi. ( Traduzione GM – Granma Int.)