ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Pinar del Río.– Fedeli al legato di Fidel Castro,  i givani di Pinar del Río hanno dibattuto sui problemi che oggi riguardano la popolazione mondiale, le conquiste della Rivoluzione e l’orgoglio di vivere nell’arcipelago cubano, come parte del Festival Provinciale della Gioventù e degli studenti.
Con lo spirito che caratterizza le nuove generazioni, i delgati all’incontro hanno parlato in differenti spazi di questa città ed hanno ratificato il loro impegno di continuare il perfezionamento del Socialismo.
Carlos Rafael Gómez Iglesias, uno dei partecipanti, ha messo in risalto la possibilità dei giovani di vari settori della società d’incontrarsi per conversare, come in nessun altro luogo del pianeta, prima del Festival Mondiale nella città russa di Sochi ed ha segnalato l’importanza di fare proprie le idee plasmate nel Concetto di Rivoluzione e di lavorare con il cuore, superarsi ogni giorno, per seguire il legato di uno dei più grandi pensatori dei secoli XX e XXI.
Ana Leydis Iglesias Cruz, prima segretaria del Comitato Provinciale dell’Unione dei  Giovani Comunisti ha indicato la promozione dell’amicizia e lo scambio culturale come principali virtù del Festival dei Giovani ed ha assicurato che nella città russa gli 11 delegati di Vueltabajo dimostreranno come la società socialista cubana difende i diritti dei suoi abitanti e si pronuncia contro il fascismo, il razzismo, l’imperialismo e altre forme di dominio.
Nella conferenza sul pensiero di Fidel e José Martí nell’educazione cubana, Yusuam Palacios, presidente del Movimento Giovanile Martiano ha sottolineato la necessità di ricorrere alla storia per salvare la memoria e difendere  valori del
Socialismo. (ACN/ Traduzione GM – Granma Int.)