ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Nel laboratorio La Ópera, dedicato principalmente alla confezione di cesti per il corredo dei neonati, Díaz-Canel ha dialogato con i lavoratori. Photo: Ronald Suárez Rivas

PINAR DEL RÍO.–Il primo vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz-Canel Bermúdez,  ha visitato parte delle opere ristrutturate in saluto al 26 di Luglio e al 150º anniversario della città.
Accompagnato da Gladys Martínez Verdecia, prima segretaria del Partito nella provincia, e da altri funzionari e  dirigenti del territorio, Díaz-Canel ha visitato il  Museo di Scienze  Naturali, uno degli edifici che distingue  Pinar del Río, dove ha elogiato il minuzioso lavoro di restauro realizzato.
Il primo vicepresidente cubano ha visitato con interesse il laboratorio  La Ópera, dedicato principalmente alla confezione di cesti per il corredo dei neonati, e al progetto d’arte fotografica, Casa Laboratorio Alberto Sánchez Méndez, dove ha apprezzato una mostra di paesaggi dell’artista Esteban Díaz Montesinos.
Altri luoghi dell’itinerario sono stati il  Parco José Martí, e la sede del laboratorio di disegno e decorazione  Trazos,  formato da giovani architetti che hanno partecipato ai lavori di  molte opere restaurate nella città.
«Questa visita ci ha permesso di confermare tutto quello che abbiamo apprezzato in questi giorni nella stampa ed anche personalmente, in visite precedenti realizzate negli ultimi anni», ha dichiarato al termine del percorso  il membro del Burò Politico del Partito che ha poi ha aggiunto che tra i vari aspetti considerati per l’assegnazione del Giorno Nazionale della Ribellione Nazionale a Pinar del Río, c’è stato lo sviluppo realizzato nelle attività economiche nelle quali la provincia ha un peso importante, ed  anche in ambito  ideologico, politico e sociale.
«Non si è risolto tutto, ma credo che si sia raggiunto un livello di soddisfazione della popolazione», ha affermato  Díaz-Canel, aggiungendo che «Quando si lavora così la gente vede la speranza che potremo perfezionare  e fare meglio le cose».  
«Questo è un 26 ben guadagnato, che per gli abitanti della provincia significa una vittoria per tutti gli sforzi e per il paese, un riconoscimento a una popolazione molto umile,  molto onesta e molto appassionata», ha concluso ( Traduzione GM - Granma Int.)