ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

CAIBARIÉN.— Due persone morte e otto feriti, due gravemente e con prognosi riservata, sono il saldo preliminare del disgraziato incidente avvenuto la mattina di ieri, martedì 11, quando è crollata una delle pareti e parte del secondo piano del vecchio Hotel Comercio de Caibarién, dove si relizzavano lavori di ristrutturazione.
 In accordo con le dichiarazioni rilasciate a Granma da Mariela Villareal de Dios, vicepresidente dell’Assemblea Municipale del Potere Popolare in Caibarién,  i morti: Dorián Toledo Pascual, di 40 anni, e Félix Morales Domínguez, di 28, residenti a Caibarién, sono stati sepolti dalle macerie e nonostante gli sforzi realizzati dal corpo dei vigili del fuoco e altri specialisti erano morti al momento del riscatto.
I due feriti piu gravi, Richard López Pérez, in stato critico e Andrés Estévez Báez, in stato grave, sono stati portati immediatamente all’ospedale  Arnaldo Milián di Santa Clara, dove hanno ricevuto la più attenta assistenza medica, come il resto dei feriti che sono stati assistiti nel Hospital General María del Carmen Zozaya de Caibarién.
È stato segnalato dalla dirigente che la popolazione della “ città bianca” ha mostrato immediatamente il suo appoggio e la sua solidarietà, andando a  donare in massa sangue al centro ospedaliero dove i feriti ricevevano  il primo soccorso.
Dirigenti del Partito e del Governo nella provincia e nel municipio, con la guida di  Julio Lima Corzo, primo segretario del Comitato Provinciale del Partito, hanno raggiunto personalmente il luogo della disgrazia, come le autorità del MININT, della salute e di altri organismi.
Alla chiusura di questa nota restavano ricoverati nell’ospedale di  Caibarién tre dei lesionati; Carlos Aguilera, Lázaro Bueno e Yordany Mensonique, dipendenti di Emprestur,  mentre si continuano ad investigare le cause della tragedia, ha precisato ancora la funzionaria. (Traduzione GM - Granma Int.)