ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Museo di Storia Naturale Photo: Lisandra Cardoso

Con una risoluzione approvata dal Consiglio Nazionale del Patrimonio, è stata creata la Rete dei Musei di Storia Naturale, il cui obiettivo consiste nella socializzazione delle preziose conoscenze custodite in queste istituzioni su  questo tema così interessante.
La dottoressa Esther Pérez Lorenzo, direttrice del Museo Nazionale di Storia Naturale di Cuba (MNHNC), ha detto a Granma che la creazione della Rete risponde alla convenienza di riconoscere  tutte  le collezioni esistenti nel paese vincolate alle Scienze Naturali, per determinare con precisione quanti pezzi possiedono, dove sono ubicati, quali sono i più significativi e lo stato di conservazione che presentano.
Inoltre favorirà un vincolo permanente tra le entità che la formano e la digitalizzazione dei fondi contenuti e questo garantirà un maggior accesso pubblico all’informazione sull’origine dell’arcipelago cubano e la sua bio diversità,  l’evoluzione della vita sulla Terra, le specie estinte,  il nostro clima nel passato, per citare alcuni esempi.
Nella relazione delle entità che formano la Rete, ci sono il Museo Tranquilino Sandalio de Noda, di Pinar del Río; il Tomás Romay, di Santiago di Cuba; l’Antonio Núñez Jiménez, del municipio speciale Isola della Gioventù, e il Joaquín Fernández de la Vara, di Gibara, in Holguín.
La sua presentazione ufficiale è avvenuta durante il VI Simposio dei Musei di Storia naturale, che con la presentazione dei delegati di Stati Uniti, Francia, Repubblica Dominicana, Messico, Brasile, Perù e Cuba, si realizza nell’ambito del programma della  XI Convenzione Internazionale su Ambiente e Sviluppo che termina oggi a L’avana.
Un omaggio  al 90º compleanno del celebre  dottor Gilberto Silva Taboada,
fondatore del MNHNC e dell’Accademia delle Scienze di Cuba,  chiuderà le attività del Simposio. ( Traduzione GM - Granma Int.)