ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

L’Avana.–La Tavola di Direzione del Parlamento Latinoamericano e Caraibico
(Parlatino)  ha approvato recentemente una risoluzione di condanna del’annuncio del governo degli Stati Uniti sull’indurimento del blocco economico, commerciale e finanziario imposto a Cuba.
Il documento reitera che il cambio della politica di Washington verso Cuba è un passo indietro in temi in cui si era avanzato con la precedente amministrazione e nel cammino delle relazioni con l’Isola.
Inoltre segnala che questo tema è già stato condannato  reiteratamente dagli organi del Parlatino, soprattutto nelle sessioni  XXV e XXXI dell’Assemblea, ed anche in 25 risoluzioni adottate dall’Assemblea Generale della ONU dal 1992, e dall’opinione pubblica internazionale.
Il Parlatino considera che il blocco economico, commerciale e finanziario degli USA contro Cuba è la più grande violazione dei diritti umani del popolo cubano e il principale ostacolo dell Isola nel suo camino verso lo sviluppo.
Come conseguenza la risoluzione  del Parlatino  difende la reiterazione della condanna di ogni politica contraria ai principi del Diritto Internazionale della Carta delle Nazioni Unite e del Parlamento Latinoamericano e dei Caraibi.
Inoltre chiama ad invitare il Congresso degli Stati Uniti a porre fine al blocco, e ad esortare i parlamentari dell’America Latina e dei Caraibi a rinforzare il reclamo internazionale per porre fine a questa politica che è lesiva dei diritti del popolo cubano.
Il Parlatino è un organismo regionale, permanente e unicamerale, formato da parlamenti nazionali di paesi sovrani e indipendenti dell’America Latina e dei Caraibi ( Traduzione GM – Granma Int.)