ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

SANTA CLARA.– Un Complesso Monumentale  completamente ristrutturato in tutte le sue componenti essenziali accoglierà domani le attività per il 89º anniversario della nascita del Comandante Ernesto Che Guevara e tutti gli altri onori che gli si dedicheranno  nel prossimo mese d’ottobre, quando si commemoreranno i 50 anni della sua uccisione dopo il combattimento e i 20 dall’arrivo dei suoi resti e di quelli dei suoi compagni  in questa città.  
Il restauro iniziato circa un mese fa, è stato realizzato dall’Impresa tedesca  MD Projekt management GmbH, in collaborazione con l’Ufficio  dello Storiografo de L’Avana, ed ha compreso il restauro completo di tutti gli elementi della tribuna, includendo le pietre di jaimanitas e le lettere in bronzo della statua del Che, che è stata pulita con una sostanza speciale e quindi coperta con una cera protettrice che l’ha lasciata come nuova, ha segnalato Maira Romero Bermúdez, direttrice  del Complesso.
Inoltre sono state risistemate le mattonelle del pavimento della tribuna e le scale d’accesso al Museo e al Memoriale, ha spiegato ancora la direttrice, indicando la qualità dell’opera e la dedizione dell’entità che ha eseguito i lavori e che ha donato a Cuba i circa 70.000 euro del costo del restauro.
«Per la prima volta, ugualmente, è stato ristrutturato il Mausoleo ai Combattenti del Fronte di Las Villas con la pulizia delle mattonelle, della Fiamma Eterna e delle 220 nicchie, e con i lavori di giardinaggio», ha indicato  Maira Romero Bermúdez.
Michael Diegman, proprietario e presidente della compagnia tedesca, ha detto di sentirsi onorato per essere stato scelto per questo compito che per lui è stato un alto onore e un modo di rendere omaggio a questa figura gigantesca che non appartiene solo a Cuba, perchè il Che è universale, ha segnalato.
L’imprenditore europeo che ha lavorato anche al restauro del Capitolio  de l’Avana, ha spiegato che non hanno usato nè calce nè cemento, com’è abituale in questi casi, ma solo materiali e prodotti di alta qualità, come sabbia di vetro ed aria a pressione.
«Nei prossimi giorni si continuerà a lavorare ad altri elementi  dell’opera, come l’illuminazione della piazza, dove si collocheranno luci LED.  Poi si rimetteranno vari panelli e un gruppo di palme che fanno parte del Complesso», ha aggiunto la direttrice dell’istituzione.  (Traduzione GM – Granma Int.)