ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Le deputate e i deputati dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare della Repubblica di Cuba ratifichiamo il nostro più fermo e risoluto appoggio alla fraterna  Republica Bolivariana del Venezuela, al suo governo legittimo e all’unione civico-militare guidata dal presidente costituzionale Nicolás Maduro Moros,  che affrontano una grave scalata di violenza interna e d’interventismo internazionale.
Settori dell’oligarchia in combutta con interessi stranieri hanno tentato d’estendere in tutto il paese il caos con i loro metodi di terrorismo in nome di falsi valori di democrazia e diritti umani, hanno destabilizzato il paese e portato il lutto in decine di famiglie venezuelane.
I mezzi di comunicazione oligarchici e multinazionali diffondono messaggi  e immagini che tergiversano in modo cinico la realtà, occultando le importanti conquiste del chavismo ed evitando di riferire le barbarie dei golpisti, come nel caso dei giovani bruciati vivi dalle orde dell’opposizione.
Questi sforzi sono guidati dalla screditata Organizzazione degli Stati Americani - OSA - e dal suo frenetico e ingerenzista Segretario Generale. Il suo atteggiamento selettivo e profondamente ideologizzato al servizio dell’impero e dei poteri oligarchici della regione, vuole assediare a far crollare la Rivoluzione Bolivariana e mettere a disposizione delle multinazionali le immense risorse naturali della nazione sudamericana.
Il suo silenzio di fronte ad altre gravi alterazioni dell’ordine democratico, dagli assassinii degli attivisti sociali  e dei giornalisti all’uso dei militari per reprimere la popolazione in altri paesi della regione, riflettono la doppia facciata che prevale nella OSA.
In virtù di tutto questo, le deputate e i deputati dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare della Repubblica di Cuba, chiamiamo al termine di tutte le intromissioni nei temi interni della fraterna Repubblica Bolivariana del Venezuela e reclamiamo l’assoluto rispetto della  sovranità  e dell’ordine costituzionale e la libera determinazione dei venezuelani.
Domandiamo il rispetto al diritto legittimo del popolo venezuelano di continuare a costruire il modello sociale fomentato dalla Rivoluzione Bolivariana e riconosciamo gli sforzi del governo per far prevalere l’intesa e la pace. In questo senso salutiamo i continui richiami  al dialogo realizzati dal presidente Nicolás Maduro e l’incorporazione di vari paesi della Comunità degli Stati  Latinoamericani e dei Caraibi (CELAC) a questo importante sforzo.
Convochiamo i legislatori e i parlamenti del mondo a mantenere in alto la solidarietà con il Venezuela, paese di Nuestra America, con la fiducia nel fatto che la Rivoluzione e il popolo venezuelani sono assistiti dalla saggezza, la capacità e la ragione storica per superare le difficoltà e assicurarsi il proprio cammino.
L’Avana  1º giugno  del 2017 -“Anno 59º della Rivoluzione” (Traduzione GM – Granma Int.)