ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
ANPP straordinaria Photo: Juvenal Balán

Hanno rivisto le proposte, poi le  hanno analizzate, sono intervenuti, hanno sostenuto le modifiche … così è trascorsa la sessione di dibattito delle commissioni di lavoro della Difesa e delle Relazioni Internazionali che, come parte della seconda sessione straordinaria dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare nella sua VIII Legislatura, hanno analizzato i cambi più recenti realizzati ai documenti rettori  nel processo d’attualizzazione del nostro modello socio-economico.
Durante uno spazio per gli scambi, Lázaro Barredo, deputato per il municipio Calixto García, in provincia di  Holguín,  ha detto che dal punto di vista strategico, il Concetto del modello economico e sociale cubano di sviluppo socialista è un documento che riflette il progetto di paese che vogliamo, perché lì sono presenti tutte le idee del futuro della nazione.
«Nonostante questo, la mia preoccupazione radica nel tempo su cui contiamo per l’implementazione delle norme giuridiche che sostengono questi cambi», ha segnalato.
«Mi pare che sarebbe convincente pensare in un programma che dia una certa facilità ai deputati per creare dei pre-progetti di testi legislativi e rendere più agile il processo d’implementazione»,  ha riferito.
Aixa Hevia, deputata per il municipio avanero Arroyo Naranjo, ha rettificato l’importanza delle modifiche che sono state apportate al paragrafo 130, riferito alle comunicazioni sociali e all’importanza che gli si è concessa, come fattore strategico in questo scenario di cambio e attualizzazione. Inoltre ha segnalato la necessità di far esistere una politica di comunicazione e un effettivo e moderno sistema di media di proprietà sociale.
Cristina León, deputata per Matanzas, parlando dell’attualizzazione delle Linee per il periodo 2016 – 2021, ha ratificato le precisioni realizzate alla Linea 6 che si riferisce al rafforzamento del ruolo dei lavoratori nel controllo e l’uso delle risorse interne delle imprese, poichè costoro conoscono il disegno degli schemi di produzione e possono rimediare ogni guasto che si presenti.
Il resto delle Linee è stato approvato all’unanimità perché c’era poco da aggiungere o da dire, quando l’analisi di quei testi è passata per un lungo cammino di consultazioni, arricchendo i contenuti con le opinioni dei rappresentanti del popolo cubano.
Hanno presieduto le analisi Salvador Valdés Mesa, membro del Burò Politico e vicepresidente del Consiglio di Stato; Yolanda Ferrer, presidente della commissione delle Relazioni Internazionali del Parlamento; Juan Rafael Ruíz,
presidente della commissione di Difesa;  Fernando Lavin e Alfonso Regalado, della commissione permanente d’implementazione.