ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Pensato per realizzarlo in Cuba da vari anni, l’Incontro Internazionale delle Conferenze sugli Investimenti nel Turismo e l’Hoteleria Sahic (è la sigla in inglese) è diventato realtà ieri, lunedì  15, davanti a 200 rappresentanti delle imprese principali, gruppi, catene alberghiere, investitori, banche, fondi d’investimenti, architetti e disegnatori di 24 paesi.
In accordo  con il presidente e fondatore di Sahic, Arturo García, l’ incontro, che presto compirà dieci anni, si realizza per la prima volta nei Caraibi attraverso un programma al quale si è lavorato duramente per far conoscere le opportunità che Cuba offre agli interessati a fare affari e comprendere meglio la realtà. Nazionale.
Senza tralasciare il contesto internazionale e regionale che definisce attualmente la detta industria senza fumo, con sede nell’hotel  Meliá Cohíba, Sahic-Cuba mette a fuoco la ricchezza culturale, naturale, patrimoniale e storica d’una destinazione che scommette sulla sostenibilità, la pace e la sicurezza.
Dall’ottica  di David Scowsill, presidente del World Travel &Tourism Council, il turismo, che nel 2016  ha visto una crescita globale del 3% circa, è una forza che aiuta  a creare una società pacifica mediante la protezione dell’ambiente, la generazione di un’enorme quantità di posti di lavoro e la facilitazione degli scambi culturali.
Alexis Trujillo, primo  viceministro del Ministero del Turismo (Mintur), come anfitrione del principale promotore d’affari dell’industria dell’ozio e dei viaggi nella regione,  ha detto che il paese propone 110 progetti destinati ad attrarre soprattutto nuove associazioni internazionali per dinamizzare l’economia.
Questi investimenti sono chiamati a migliorare puntualmente la qualità delle offerte turistiche e differenziarle, oltre a stimolare nuovi prodotti alberghieri  ed extra alberghieri, rinnovare il parco delle abitazioni e captare mercati di alto standard.
Il vice ministro  del Mintur ha commentato che la crescita degli arrivi dei turisti a Cuba, che nel 2016 è stata del  14,5 % più alta che nel 2015, si mantiene stabile per quasi tutti i mercati.
Deborah Rivas, direttrice generale degli Investimenti Stranieri del ministero del Commercio Estero e l’Investimento Straniero, ha ricordato che il turismo è uno dei settori strategici per lo sviluppo economico cubano che attualmente s’incontra in attualizzazione e che negli ultimi anni ha visto triplicare il volume delle sue relazioni commerciali. ( Traduzione GM -  Granma Int.)