ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Fiera degli Affari. 4ª Edizione in Expocuba. Padiglione della Siderurgia. Photo: Yaimí Ravelo

Potenziale umano, capacità produttiva per sostituire le importazioni, coesione tra l’industria e i servizi…, questa è stata l’impressione di Ricardo Cabrisas Ruiz, titolare d’Economia e Pianificazione, parlando con i rappresentanti dell’industria elettronica e dell’agricoltura durante un giro dei padiglioni con le esposizioni nella IV Fiera degli Affari,che resterà aperta sino al 15 maggio in ExpoCuba.
«L’impressione è positiva, ed è evidente un lavoro unito di fronte al compimento del piano del 2017, ed anche nell’obiettivo d’avanzare nella preparazione della sicurezza per l’anno successivo e nella misura in cui saremo capaci d’organizzare meglio l’evento, potremo cominciare a metterci a fuoco  nelle proiezioni del nostro sviluppo economico e sociale sino al 2030», ha commentato Cabrisas a Granma e alla ACN.
«La competenza della Fiera non si può valutare unicamente per il numero di entità che partecipano in qualità d’espositori, ma per gli scambi che si generano partendo da qui», ha valutato René Hernández, viceministro del ramo.
«Evidentemente, una pianificazione opportuna rafforza i risultati per il prossimo periodo», ha segnalato.
«Molte delle correzioni che dobbiamo affrontare nei primi mesi dell’anno di fronte al piano economico, rispondono alla mancanza di previsioni e di coordinamento con i fornitori, ai quali non è stato  pianificata correttamente la quantità di strumenti necessari, siano di produzione nazionale  o elementi d’importazione, e non utilizzando adeguatamente questo spazio. Conoscere la domanda ci permette semplicemente una pianificazione più obiettiva e questo è quello che vuole il paese e siamo chiamati a fare», ha dichiarato a Granma María del Carmen Fages Placencia, vicepresidente del Gruppo delle Imprese di Logistica del Ministero dell’Agricoltura (Gelma).
«Siamo la sola ditta commerciante all’ingrosso di strumenti per l’agricoltura e servizi tecnici associati al settore e manteniamo relazioni con contratti con più di 5000 firme di produzione. Per questo il processo di conciliazione comincia molto prima, nei 198 punti di vendita che abbiamo in tutto il territorio nazionale, e la Fiera ci serve allora come punto centrale di tutto questo lavoro in funzione d’assicurare i 38 punti dei prodotti che abbiamo approvato per la vendita, oltre ai seminari, le operazioni di smontaggio  e della costruzione, servizi di stampa e altre prestazioni che Gelma offre. ( Traduzione GM - Granma Int.)