ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il presidente di Seychelles è stato ricevuto dal viceministro delle Relazioni Estere di Cuba, Rogelio Sierra. Photo: Jose M. Correa

«Ho terminato i miei studi qui nella patria cubana  32 anni fa, ed ora è con  grande allegria  che vengo nella mia qualità di Presidente della Repubblica di Seychelles»,  ha detto ieri, 25 aprile,  Danny Faure, al suo arrivo  a L’Avana, in occasione della sua visita ufficiale.
«Rinforzare le relazioni tra Cuba e Seychelles costituisce uno degli obiettivi di questa giornata», ha detto  il mandatario della nazione africana che è stato ricevuto nell’aeroporto internazionale José Martí dal  vice cancelliere cubano Rogelio Sierra.
Faure sosterrà  conversazioni con autorità nazionali, e realizzerà altre  attività  come l’apertura dell’Ambasciata  di Seychelles nella  capitale cubana, ha informato la  cancelleria cubana.
Riferendosi alla difficile tappa vissuta dopo la morte del  Comandante in Capo Fidel Castro,  ha segnalato che «il cubano è un grande popolo, che lotta  e combatte».
Inoltre ha ringraziato per l’aiuto di Cuba a Seychelles nella cooperazione medica, e per la notevole influenza  della nazione delle Antille nei passi avanti del paese africano  in questo settore.  
Figlio di genitori delle Seychelles,  nato nel 1962 a Kilembe, Uganda, Faure ha occupato la vicepresidenza del paese nel luglio del 2010, quando fu nominato anche titolare dei ministeri di  Finanze e Commercio, Amministrazione  Pubblica e Tecnologia dell’ Informazione e la Comunicazione.
Sei anni dopo, il 16 ottobre del 2016, ha assunto l’incarico di Presidente della Repubblica di Seychelles, dopo le dimissioni  dell’ allora  presidente James Alix Michel.
Cuba e Seychelles stabilirono le relazioni diplomatiche il 12 aprile del 1978. ( Traduzione GM – Granma Int.)