ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La Giornata iniziata con la lettura della Convocazione al 1º Maggio nei centri di lavoro, sarà una maniera di dimostrare l’impegno più importante del nostro popolo in maniera aperta e in un esercizio cosciente e democratico di sostenere la Rivoluzione. Lo ha ratificato ieri martedì 11,  Ulises Guilarte de Nacimiento, membro del Burò Politico del Partito e segretario generale della Centrale dei Lavoratori di  Cuba, in un incontro con la stampa.
«Questa è la nostra maniera di riaffermare che continueremo a costruire il socialismo con il perfezionamento permanente del nostro modello  economico», ha aggiunto il dirigente.
Rinforzare l’efficienza, il risparmio delle risorse e il compimento dei piani di produzione e di servizio, così come l’appoggio dell’implementazione delle Linee derivate dal 7º Congresso del Partito, sono azioni concrete con le quali il movimento operaio non solo esprime la sua allegria per queste date, ma che fanno parte dell’impegno quotidiano con il Concetto di Rivoluzione espresso dal Comandante in Capo, Fidel Castro Ruz.
Quest’anno i festeggiamenti per il Giorno Internazionale dei Lavoratori in Cuba sono dedicati ai giovani ed hanno, tra le loro motivazioni, il 55º anniversario della UJC e i 50 anni dall’assassinio del Che in Bolivia, e la vittoria di Playa Girón.
Ugualmente permetteranno d’esprimere la solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana e il popolo venezuelano nella sua lotta per la sovranità e l’auto determinazione.
«La nostra forza è l’unita», è il lemma principale che accompagna la giornata perchè è un principio che ci ha condotto al trionfo, dalle lotte contro la metropoli spagnola sino ad oggi.
E di unità devono essere questi giorni per affrontare le sfide dell’economia e dello scenario mondiale.
Tra le principali attività da realizzare c’è il lavoro volontario per contribuire alla produzione, al lavoro di risanamento e miglioramento dei centri di lavoro con gli incontri tra giovani e dirigenti sindacali.
Come ogni anno la manifestazione nella Collina Lenin, che si realizzerà il 22 aprile per ricordare il 146º anniversario di questo leader del proletariato mondiale, marcherà l’inizio della parte finale nella convocazione per la sfilata del 1º Maggio. Ci saranno diplomi e decorazioni per lavoratori e collettivi meritevoli, la tradizionale serata di gala per la data e la consegna d’onorificenze per il 1º Maggio.
«Lo stimolo più importante, ha riferito il segretario generale della CTC, è quello che facciamo a coloro che si dedicano ogni giorno a questi compiti e che si dica nel quartiere e tra le famiglie».
Ulises Guilarte ha sottolineato anche la realizzazione dell’Incontro Internazionale di Solidarietà con Cuba che si realizzerà il 2 Maggio e la riunione a L’Avana del Consiglio Presidenziale della Federazione Sindacale Mondiale, il 3 e 4 maggio. ( Traduzione GM - Granma Int.)