ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La Centrale dei Lavoratori  di Cuba e  i suoi sindacati convocano a celebrare il Giorno Internazionale dei Lavoratori in un ambiente d’allegria, unità e impegno nella difesa del nostro socialismo, con il lemma centrale «La nostra forza è l’unità»
Sono molte le ragioni che ci assistono per trasformare il giorno del proletariato mondiale nella più importante dimostrazione d’appoggio alla nostra Rivoluzione, a Raúl e al  Partito Comunista di Cuba, così come in omaggio al suo leader storico, il Comandante in Capo, Fidel Castro Ruz.  Questa sarà una degna trincea per ratificare il sacro giuramento di seguire il Concetto di Rivoluzione ratificato per il nostro popolo.
Dedicheremo al Primo Maggio e ai giovani cubani, che oggi più che mai si erigono continuatori dell’opera di coloro che quasi 60 anni fa cambiarono il corso della storia patria per trasformare Cuba in una nazione libera e indipendente, esempio di sovranità, dignità e di eroismo davanti al mondo.
Questa giornata sarà un momento propizio per elogiare il valore del lavoro, fomentare al massimo l’utilizzo delle riserve d’efficienza che esistono in ogni collettivo di lavoro, risparmiare risorse in funzione del compimento dei piani di produzione e dei servizi, e indicare coloro che svolgono meglio questo impegno.
In questa occasione ci convocano importanti avvenimenti che arricchiscono la nostra storia e le tradizioni di lotta, come il 56º anniversario della vittoria di Playa Girón e la proclamazione del carattere socialista della Rivoluzione, gli anniversari 55º della creazione dell’Unione dei Giovani Comunisti e il 50º della morte del Guerrigliero Eroico, Ernesto Che Guevara, promotore della lotta per l’industrializzazione del paese, lo stimolo al dovere quotidiano, la disciplina nel lavoro, la qualità della produzione, il lavoro volontario e il movimento degli innovatori e razionalizzatori.
Segnaleremo l’esempio e gli insegnamenti che ci hanno apportato i leaders operai come Lázaro Peña González, Jesús Menéndez Larrondo, José María Pérez Capote e Aracelio Iglesias Díaz  tra altri, che identificano i differenti sindacati e i lavoratori nei loro più alti valori.
Questo Primo Maggio ratificheremo la ferma convinzione che con i nostri sforzi e la nostra provata capacità di lotta e di vittorie, continueremo a portare avanti il processo d’attualizzazione del modello economico-sociale che per decisione dei cubani abbiamo scelto, con l’obiettivo dello sviluppo del paese e per ottenere il benessere del popolo.
Queste attività promuoveranno la conoscenza e l’appoggio nei centri di lavoro per l’implementazione delle linee derivate dal 7º Congresso del Partito, indirizzate alla costruzione di una nazione sovrana, indipendente, socialista, democratica, prospera e sostenibile.
Nuovamente, nella sfilata compatta e piena di colore, nei viali e nelle piazze, moltiplicheremo il reclamo dei nostri lavoratori per l’eliminazione del criminale e genocida blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti a Cuba e reclameremo la restituzione del territorio illegalmente occupato della base navale di Guantánamo.  Nello stesso tempo ratificheremo la nostra solidarietà con i popoli che nel mondo lottano contro le politiche discriminatorie che il capitale neoliberista applica nell’ambito del lavoro.
La festa mondiale dei lavoratori  si realizzerà in una congiuntura internazionale caratterizzata dall’offensiva della destra in America Latina e dalle sue manipolazioni contro i processi democratici e i loro leaders nella regione.
Cuba reitera il suo appoggio alla Rivoluzione Bolivariana e al popolo venezuelano nella sua lotta per la sovranità e l’autodeterminazione e ugualmente esprime il suo più deciso contributo al consolidamento dei meccanismi d’integrazione economica, sociale e culturale della Comunità degli Stati Latino Americani e dei Caraibi (Celac) per affrontare con successo la sfida per  conquistare un mondo migliore.
Compatrioti! Niente e nessuno ci potrà fermare! Il popolo cubano vincerà!
Viva il 1º Maggio!
Vivano per sempre Fidel e Raúl!
Hasta la Victoria  Siempre! ( Traduzione GM – Granma int.)