ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La Centrale dei Lavoratori di Cuba e i sindacati cubani dichiariamo l’appoggio senza condizioni e la solidarietà militante internazionalista e rivoluzionaria con la risposta forte ed energica che il popolo e il governo legittimo del
Presidente Operaio  Nicolás Maduro Moros, hanno dato di fronte al dibattito sulla situazione del Venezuela, convocati da un fazione di paesi nel Consiglio Permanente dell’Organizzazione degli Stati Americani -  OSA - il 28 marzo del 2017, in difesa della  sovranità, l’indipendenza, l’autodeterminazione e per la dignità del Venezuela e di tutta  Nuestra America.
Respingiamo e condanniamo l’ingerenza del Segretario Generale della OSA.
Luis Almagro, che con le su azioni di destabilizzazione ha imbaldanzito  una minoranza di venezuelani e rappresentanti della destra nel nostro continente con l’appoggio di Washington, per far applicare la Carta Democratica Interamericana contro Caracas con l’obiettivo d’intervenire nei temi interni del Venezuela e liquidare le conquiste sociali e popolari, conquiste dai lavoratori e dal popolo, tra le quali i benefici nel lavoro e nel salario della nuova Legge Organica del Lavoro che ha come oggetto l’interesse supremo di garantire la protezione integrale di tutti i lavoratori senza eccezioni, rinforzando le prestazioni sociali,  la riduzione settimanale della giornata di lavoro, la garanzia di stabilità del lavoro e il riconoscimento di altri diritti, come la sindacalizzazione,  il negoziato  collettivo, la sicurezza e la salute nel lavoro.
I lavoratori cubani esortiamo le organizzazioni sociali e popolari di Nuestra America e del mondo ad esprimere la loro solidarietà a favore del governo e di tutto il popolo del Venezuela, che si mobilita nelle strade in appoggio alla sua gloriosa Rivoluzione Bolivariana e Chavista.
No all’ingerenza imperialista sui nostri popoli!
Il Venezuela non è solo!
Unità, solidarietà, lotta e vittoria!
 L’Avana, 30 marzo del 2017. ( Traduzione GM Granma Int.)