ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Internet

Camagüey - Con quasi 200 pazienti, a Cuba si sviluppa la prova clinica del farmaco Cimavax EGF contro il cancro del polmone nella prima assistenza sanitaria- APS -  per valutare altri parametri con l’obiettivo d’elevare l’efficacia del primo vaccino di questo tipo registrato nel mondo.
Lo studio vuole determinare le concentrazioni basiche del fattore di crescita epidermica - EGF la sigla in inglese – nei pazienti che ricevono questo vaccino terapeutico che non cura e non fa sparire il tumore, ma contribuisce a prolungare la sopravvivenza e la qualità della vita.
Misurare questo parametro permetterà d’ottenere datai di maggior precisione sul comportamento in una popolazione più ampia di malati del EGF, che stimola la crescita tumorale ed è uno dei bersagli contro i quali agisce il nuovo vaccino, registrato nel 2008 dal Centro d’Immunologia Molecolare (CIM).
In una dichiarazione alla  ACN durante un recente evento realizzato in questa città, Pedro Pablo Guerra, gerente dei  progetto del  Centro Nazionale Coordinatore delle prove cliniche, ha precisato che questo contribuirà all’ incremento dell’efficacia del medicinale e al beneficio per i pazienti.
Lo schema d’applicazione della prova citata che vincola l’attenzione negli ospedali con la APS, favorisce anche la comodità dei malati vaccinati perchè Cimavax EGF si prescrive nelle tappe III e IV del cancro ai polmoni, quando lo stato di salute è debilitato.
Guerra ha spiegato che la prima dose si somministra in assistenza secondaria e poi i pazienti si rivolgono ai policlinici delle loro aree di salute, dove si applicano altri quattro vaccini ogni 14 giorno. Le dosi di mantenimento si applicano ogni 28  giorni, secondo lo stato del paziente.
«Nello spazio di due anni si vuole applicare questa prova clinica in ogni municipio del paese, includendo mezzo migliaio di pazienti e compiendo le buone pratiche che richiede uno studio di questo tipo», ha precisato lo specialista.
La dottoressa Tania Crombet, direttrice delle Investigazioni Cliniche del CIM, ha chiarito che anche se si mantengono aperte le prove con il  Cimavax EGF, questo è un medicinale incluso nel quadro basico dal 2012 per cui si indica a chi lo necessita e risponda ai suoi criteri.
L’anticorpo monoclonale Nimotuzumab, creato dal CIM come Cimavax EGF, sono i primi farmaci cubani con licenza per le prove cliniche anche negli Stati Uniti, dove si provano per il trattamento dei tumori del polmone, la prima causa di mortalità per cancro in questo paese e anche nell’Isola (Traduzione GM - Granma Int.)