ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Ronald Suárez Rivas

Las Martinas (Pinar del Río) – Gli abitanti di Las Martinas, nell’estremo occidentale di Pinar del Río, hanno celebrato il  58º anniversario  della prima consegna di massa di terre fatta dalla Rivoluzione.
Nello stesso luogo dove il Comandante in Capo cominciò a realizzare uno dei punti più salienti del programma della Moncada, centinaia di pinaregni hanno ricordato la trascendenza di quel fatto.
In totale furono 340 i contadini della zona conosciuta come Los Remates di Guane (attualmente appartiene al  municipio di Sandino),  che a partire da quel 1º marzo del 1959 divennero padroni della terra che lavoravano.
Rafael Santiesteban Pozo, presidente dell’Associazione  Nazionale dei Piccoli Agricoltori  (ANAP), ha assicurato che quella misura  indirizzata a sradicare lo sfruttamento dei grandi latifondisti, produsse una virata nella storia del mondo contadino.
Pedro De Celis, uno tra coloro che facevano parte della folla riunita quel giorno per vedere il leader della Rivoluzione, ha dicharatoa Granma che: “Los Remates  di Guane in quell’epoca erano come la fine del mondo. In questo territorio non c’era mai stata un’istituzione della sanità. In cambio c’erano tre cimiteri, perchè tutte le malattie lì trovavano una soluzione”.
Per questo non fu per caso che Fidel lo scegliesse per iniziare quel processo.
Neida Rosa Rodríguez, nipote di uno dei contadini che ricevettero il titolo di proprietà della terra dalle mani del Comandante in Capo, ha raccontato che suo nonno era stato cacciato con la moglie e i figli piccoli dalla fattoria dove lavorava e per quello per lui quel giorno fu il più felice della  sua vita, perché sapeva che così non lo avrebbero mai più potuto cacciar via.
Erano presenti alla cerimonia  Gladys Martínez Verdecia, prima segretaria del Partito a Vueltabajo; Ernesto Barreto Castillo, presidente dell’ Assemblea Provinciale del Potere Popolare e il Comandante dell’Esercito Ribelle Julio Camacho Aguilera. (Traduzione GM – Granma Int.)