ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Baracoa Foto: Miguel Ángel Sánchez Pineda

Baracoa – “È quasi pronto l’insediamento  Bohorque-Hospital, a Baracoa,
il primo di quelli destinati alle famiglie le cui case sono state distrutte dall’uragano  Matthew e non si possono ricostruire nel luogo originale.
I ritocchi della parte posteriore, gli ultimi lavori al pozzo settico, l’imbiancatura e la sistemazione dei giardini, sono le azioni che si realizzano per terminare l’edificio multifamiliare, la cui esecuzione è iniziata nel novembre scorso”, ha spiegato Dorka Matos Romero, tecnica  dell’opera.
Terminare l’immobile nel tempo record di 73 giorni è stato possibile grazie all’impegno di circa 50 operai tra i quali muratori, falegnami, idraulici, elettricisti dell’Unità delle Imprese di Base numero 4 di Baracoa, che appartiene all’Impresa Costruttrice Integrale 6 (ECI) di Guantánamo.
Si tratta di un edificio di tipologia 1 Gran Panel, a quattro piani con otto appartamenti dei quali quattro hanno due stanze da letto e gli tre stanze, oltre al soggiorno, la sala da pranzo, cucina, bagno e spazio di servizio, che offriranno il confort necessario agli abitanti designati che li occuperanno.
Oltre all’insediamento di Bohorque-Hospital, a Baracoa si lavora al montaggio del primo livello di altri tre edifici nel quartiere Van Van, in calle Flor Crombet e nella zona di Paso de Cuba, destinati a risolvere le necessità di case per le famiglie più danneggiate dall’uragano  Matthew ed altri fenomeni idro- meteorologici. (Traduzione GM – Granma Int.)