ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Con un prestigio ottenuto in anni d’esperienza individuale e collettiva nel maneggio chirurgico delle malattie per la via del minimo accesso, gli specialisti cubani conoscono il problema  che rappresenta  acclimatarsi e impadronirsi delle conoscenze, dello sviluppo e delle nuove tecnologie come la robotica nel campo della chirurgia.
Per questo è strategico lo spazio per l’attualizzazione e lo scambio scientifico che da oggi venerdì 3 febbraio  si dedicherà, nell’Hotel Nacional di Cuba, alla  chirurgia robotica e alla laparoscopica, in campi come l’Urologia, la Chirurgia Generale e la Ginecologia, tre delle aree nel quali si sviluppano queste specialità nel mondo, con una speciale enfasi nell’uso della robotica, hanno spiegato a Granma i dottori Julián Ruiz Torres, direttore del Centro Nazionale di Chirurgia di Minimo Accesso (CNCMA) e la dottoressa Tania González León, a capo del servizio d’Urologia.
Partecipano all’incontro numerosi specialisti di prestigiose istituzioni ospedaliere  del paese.
L’appuntamento vede la partecipazione di prestigiosi professori statuntensi che portano avanti un intenso programma scientifico.
Tra loro vanno segnalati il dottor Vipul Patel, direttore medico dell’Istituto Globale di Robotica dell’Ospedale Celebration in Florida, USA,  e il professore d’Urologia dell’Università Centrale della Florida,  considerato lo specialista
con la più grande esperienza e più chirurgie robotiche accumulate nel mondo.
Questa sarà un’opportunità importante per rinforzare i vincoli di scambio accademico tra queste istituzioni e il Centro Nazionale di Chirurgia di Minimo Accesso con il proposito di migliorare la qualità dell’assistenza medica nell’Isola, particolarmente nel campo della chirurgia minimamente invasiva.  
“Inoltre costituisce un ponte per aprire questo cammino necessario che permetta in un futuro di dominare  le tecnologie per sviluppare le chirurgie assistite da robot”, ha spiegato la dott.  González León. ( Traduzione GM – Granma Int.)