ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
50º Anniversario dell’Istituto Tecnico Militare José Martí (ITM). Presiede Miguel Díaz-Canel, primo vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri. Photo: Jose M. Correa

“L’Istituto Tecnico Militare José Martí  è stato uno dei Forum principali per lo sviluppo del pensiero scientifico tecnico nell’interesse della difesa del nostro paese, distinguendosi por la formazione dei dottorati e nello sforzo  applicato per accrescere l’eccellenza del gruppo dei professori che vi lavorano”, ha detto il generale di corpo d’esercito Álvaro López Miera, primo vice ministro  delle Forze Armate Rivoluzionarie (FAR) e capo di Stato Maggiore Generale parlando durante la cerimonia militare realizzata mercoledì 1 febbraio in occasione del 50º anniversario  della fondazione di questo  prestigioso centro.
“Questa istituzione, ha spiegato, è stata la prima università fondata dalla Rivoluzione ed è stata decorata con gli ordini Antonio Maceo e Carlos J. Finlay, come riconoscimento dei suoi molti meriti”.
“Sono migliaia gli ufficiali laureati in questo Istituto, ai quali si somma l’alta cifra di compagni che hanno elevato la loro preparazione scientifico - tecnica con differenti modalità di specializzazioni superiori”, ha segnalato López Miera, in  una cerimonia presieduta dai membri del Burò Politico Miguel Díaz-Canel Bermúdez, primo vice presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri dal generale di Corpo d’Esercito Leopoldo Cintra Frías, ministro delle FAR e da Mercedes López Acea, prima segretaria del Partito a L’Avana.
Poi ha aggiunto che i suoi laureati  hanno partecipato alle missioni internazionaliste di Angola, Etiopia e Nicaragua…, e che hanno svolto un ruolo decisivo nell’utilizzo in combattimento, lo sfruttamento, la riparazione, la conservazione e la modernizzazione della tecnica e del materiale da guerra delle FAR.
Il cadetto Alejandro Martínez Suárez  ha ratificato a nome delle nuove generazioni  di studenti dell’Istituzione il suo impegno con il processo rivoluzionario.
“Questi sono tempi di molto studio e lavoro e noi giovani cubani saremo sempre fedeli alla Patria libera, agli ideali di Martí, a Fidel e al Partito e continueremo a difendere il socialismo come unico sistema capace di garantire la dignità piena dell’uomo.
Durante la giornata sono stati offerti all’Istitituto un riconoscimento a nome del ministro delle FAR e il francobollo 75ª Anniversario della Centrale dei Lavoratori di Cuba. ( Traduzione GM – Granma Int.)