ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il funerale dei quattro morti in un incidente di lavoro a Moa, in provincia di Holguin. Foto: Kegnar Pereira Matos

Nel pomeriggio di mercoledì 23, migliaia di abitanti di Moa hanno accompagnato al cimitero locale i resti mortali di quattro compagni che sono morti martedì 22 per il crollo del ponte che dava accesso alla fabbrica
Comandante Pedro Sotto Alba, di Moa,ha  informato il giornalista  Rubiel De La Cruz Rabí, dell’emittente La Voz del Níquel.
Erano presenti alla cerimonia funebre per l’ultimo addio, i familiari, i vicini e gli amici dei deceduti e il ministro di Energia e Miniere, Alfredo López Valdés con le principali autorità politiche della provincia e del municipio.
La tragedia è avvenuta martedì 22, mentre gli operai realizzavano lavori di ristrutturazione e riparazione deleponte.
 I morti erano Ulises Caballero Velázquez, specialista B in Manutenzione  Industriale, di 50 anni; Osvaldo Sollet Argüelles, saldatore A, di 54 anni; Er­nesto Suárez García, saldatore A, di 43 anni e Yunior Palencia Bientz, specialista A, di 46 anni.
La reporter Yulieska Hernández, del Telecentro Moa TV, ha riferito che il sistema di tubi che trasportano le materie prime tra il porto locale e l’impresa, noto come pipe- rack, non aveva sofferto avarie e che comunque il flusso era stato interrotto per evitare maggiori difficoltà.
Per via dello stato del ponte è stato trasportato verso l’impresa solo il personale imprescindibile per le operazioni minerarie e metallurgiche e i lavori di manutenzione e sicurezza, mentre si accelera la costruzione di un accesso provvisorio per il quale transitano già le persone e si lavora per il passaggio dei veicoli.
Tra le azioni più urgenti, hanno detto i dirigenti della fabbrica Comandante Pedro Sotto Alba, c’è lo sblocco del pipe-rack per reiniziare la  somministrazione di materie prime e assicurare la continuità della produzione.
La riparazione definitiva del ponte richiederà più tempo e studio per l’esecuzione. (Traduzione GM - Granma Int.)