Riconosciuto il lavoro dell’Istituto Nazionale di Oncologia e Radiobiologia › Cuba › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Jorge Luis González

Come un credito nazionale e internazionale che avalla la realizzazione delle prove cliniche con la qualità stabilita nelle  norme delle Buone Pratiche  Cliniche, il 21 novembre è stato assegnato all’Istituto Nazionale di Oncologia e Radiobiologia (INOR) il Certificato in Buene Pratiche Cliniche per il Centro per il Controllo Statale dei Medicinali, Strumenti e Dispositivi Medicos (Cecmed), autorità regolatrice cubana del Ministero di Salute Pubblica, incaricata di promuovere e proteggere la salute pubblica attraverso un sistema regolatore, capace di garantire l’accesso opportuno al mercato dei prodotti con qualità, sicurezza, efficacia e informazioni precise per il loro uso razionale.
“Il Certificato dei siti clinici è una risposta necessaria di fronte al crescente sviluppo dell’industria biotecnologica e farmaceutica nel paese, che garantirà la credibilità dei risultati ottenuti nelle investigazioni e il conseguente prestigio e la competitività al prodotto registrato”, ha detto  a Granma il  dottor Luis Curbelo Alfonso, direttore del INOR.
Ottenere questa condizione è anche un riconoscimento all’onorato lavoro realizzato dai suoi dipendenti e alla traiettoria investigativa di un’istituzione che è pioniera nella realizzazione dei saggi clinici in America Latina, ha sottolineato.
L’Istituto Nazionale di Oncologia e Radiobiologia, prossimo a compiere mezzo secolo dalla fondazione costituisce oggi, di fronte al quadro della salute della popolazione cubana, dove il cancro occupa con altre malattie croniche non trasmissibili i primi posti nella mortalità dell’Isola, un centro chiave per l’assistenza, l’investigazione e la docenza nel campo dell’oncologia, che può realizzare una maggiore prevenzione e controllo del cancro. (Traduzione GM- Granma Int.)