ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
FIHAV 2016: 34ª Fiera Internazionale de L’Avana. Padiglione di Cuba Photo: Ismael Batista

La seconda giornata della 34ª edizione della Fiera Internazionale de L’Avana (Fihav 2016) ha continuato ad attirare la forte attenzione degli imprenditori in una Expocuba straripante, con la presentazione della terza versione della Cartella delle Opportunità di Affari per l’Investimento straniero in Cuba.

Durante la sessione, nella quale è stato aperto il 1º Forum degli Investimenti, il ministro del Commercio Estero e l’Investimento Straniero, Rodrigo Malmierca, ha informato che la cartella corrispondente al 2016-2017 include 395 progetti (69 più del 2015), che comprendono un ammontare di 9500 milioni di dollari. “Inoltre, ha detto il titolare, si tratta di una cartella che segna un passo avanti qualitativo, perchè comprende nuovi settori, propone possibili e studiati investimenti e incorpora il lavoro con le cooperative agricole e dell’allevamento”.

“Sono 111 i progetti distribuiti per le varie province, ha segnalatoMalmierca, e si spera differenziare ancora di più la disposizione territoriale degli stessi”.

Poi il ministro ha richiamato l’attenzione sull’importanza della Zona Speciale di Sviluppo Mariel, che promuove 24 progetti per attrarre il capitale straniero.

Oltre a raccogliere dati molto specifici sull’investimento straniero nell’Isola, il testo evidenzia il turismo come il settore più rappresentativo e dinamico. Appaiono anche i rami energetici e agro-alimentari tra quelli che suscitano il più forte interesse.

“Con 167 imprese registrate e 242 appuntamenti coordinati, ha aggiunto Malmierca, il 1º Forum degli Investimenti della FIHAV promette d’essere un vero avvicinamento tra gli investitori stranieri e le loro controparti delle imprese cubane”.

Oggi mercolèdi 2 novembre, questa iniziativa terminerà con il dibattito *Opportunità in Cuba per l’Investimento straniero*, nel quale interverranno investitori internazionali con esperienza nel l’Isola. ( Traduzione GM – Granma Int.)