ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

“Da oggi questo luogo diventa il simbolo sacro della solidarietà latinoamericana e qui, in questa targa restano incisi in bronzo i nomi e i cognomi dei titani cileni che non ebbero esitazioni ad immolarsi per Cuba o lottarono per la sua indipendenza”,  ha detto il  Master in Scienze,  René González Barrios, presidente dell’Istituto di Storia di Cuba, durante l’inaugurazione del monumento eretto davanti alla Casa della Cultura di Alamar, che onora la memoria dei patrioti del paese sudamericano che abbandonarono la comodità  della loro casa, delle famiglie e della Patria per lottare per la libertà dell’Isola contro il colonialismo spagnolo, nel XIX secolo.
Pedro Vargas Sotomayor, che ottenne i gradi di Generale di Brigata nella guerra del 1895 e che fu il braccio destro del Luogotenente Generale Antonio Maceo durante l’invasione da oriente a occidente è  una figura importante di una così bella pagina d’internazionalismo.  
Come ha segnalato  González Barrios: “In tempi di globalizzazione neoliberista,  la presente opera diviene un’insegna della nobiltà di spirito altruistico, della fraternità tra i popoli. Ai mambì cileni vada la nostra eterna gratitudine”, ha dichiarato.
Nella cerimonia ha parlato anche il signor  Ricardo Herrera Saldías, ambasciatore della  Repubblica del Chile in Cuba, che ha segnalato gli storici vincoli d’amicizia che legano le due nazioni.
Erano presenti alla cerimonia  Fernando González Llort, Eroe della Repubblica di Cuba e vicepresidente dell’Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli, funzionari del Comitato Centrale del Partito, autorità del governo e del Partito nel municipio de L’Avana dell’Est con rappresentanti del corpo diplomatico e della comunità dei cileni residenti nell’Isola. ( Traduzione GM - Granma Int.)