I Jardines del Rey hanno accolto 1300 turisti dall’oriente cubano › Cuba › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Circa  1.300 turisti stranieri proveniente da installazioni di Holguín, Granma e Santa Lucía, in Camagüey, sono stati ricevuti e alloggiati, e ricevono un servizio di qualità, nella destinazione  Jardines del Rey, i cayos a nord di Ciego de Ávila, di fronte al pericolo che rappresenta l’uragano Matthew.
Caratterizzata da un alto grado d’organizzazione, questa misura preventiva sottolinea la sicurezza che Cuba garantisce in forma permanente a coloro che visitano il paese anche in momenti come questi, sotto l’influenza o la minaccia reale di fenomeni naturali che possono creare un rischio per la vita umana.
Con crescente accettazione e prestigio internazionali, il polo turistico di Ciego de Ávila può assimilare questi visitatori sulla base della capacità dei suoi alberghi e dei suoi villaggi, continuando ad offrire il tradizionale servizio nel mezzo della complessa situazione creata dal ciclone.
“So che questo uragano giungerà sull’Isola e siamo stati trasferiti da Holguín  in questo luogo dove ci sentiamo assolutamente sicuri. La mia famiglia ha accolto con molta fiducia e tranquillità la notizia del trasferimento. È la prima volta che visito Cuba ed ho conosciuto persone amichevoli. Sarei molto contenta di ritornare”, ha affermato Elizabeth Marrett, cittadina inglese.
Tra i temi che i rappresentanti delle catene alberghiere del ministero del Turismo e le autorità del territorio hanno puntualizzato al dettaglio durante le ultime ore, c’è anche la garanzia dei servizi come l’acqua, l’elettricità, le comunicazioni, l’aeroporto e l’assistenza medica, direttamente negli hotels o nella Clinica Internazionale del polo. ( Traduzione GM – Granma Int.)