ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Granma

BAYAMO.— Con grande contentezza i granmensi hanno ricevuto il 30 agosto scorso la notizia che ha ratificato la provincia per il secondo anno consecutivo come avanguardia nazionale dei Comitati di Difesa della Rivoluzione (CDR).

Da allora sono state realizzate molte attività in questo territorio dell’oriente cubano, per festeggiare la distinzione che ha assegnato a Granma la sede della manifestazione centrale per il 56º anniversario della più grande organizzazione di massa in Cuba.

I granmensi della provincia hanno partecipato a giornate di donazioni volontarie di sangue, una mostra dell’altruismo caratteristico degli abitanti della regione, motivati come avanguardie dei CDR e dall’anno del 90º compleanno di Fidel Castro, l’artefice dell’organizzazione.

Come parte delle feste, recentemente la scuola primaria Rafael Gómez Silvera, del municipio di Jiguaní,  e la famiglia Leyva Álvarez, de Bayamo, hanno ricevuto il Premio del Barrio (del quartiere).

I  festeggiamenti hanno compreso anche l’incontro con i membri del distaccamento “Mirando al mar” e cerimonie d’iscrizione all’organizzazione di giovani che hanno compiuto i 14 anni.

Per il loro apporto all’unità del quartiere e il loro lavoro meritevole nei compiti del CDR ,più d’una decina di granmensi hanno ricevuto la distinzione  “28 Settembre” e la medaglia per la difesa della Patria e l’unità del quartiere.

Come parte delle feste è stata organizzata la “Maratona  56º anniversario”,  con giornate di pulizia e abbellimento da parte della popolazione.

In ogni attività è stata evidente la vigenza di un’organizzazione che è giunta a 56 anni rinnovandosi continuamente e ratificandosi come forma diretta di difesa delle conquiste del progetto sociale cubano.

Com’è tradizionale, nella data si realizzeranno le feste con i vicini in attesa del 28 settembre, con il sapore della squisita caldosa cubana.

La distinzione di Granma come Avanguardia Nazionale riconosce il lavoro stabile mantenuto nella provincia nei differenti compiti dell’organizzazione, l’apporto alla Patria, il rafforzamento della vigilanza popolare, l’incremento del protagonismo giovanile nelle strutture di base e il livello d’integrazione che supera il 92%.

Anche se i risultati sono promettenti, c’è molto da fare per preservare quando conquistato e ottenere mete superiori.
Senza dubbio questa provincia ha molte ragioni per festeggiare il 28 settembre, e per questo 80000 granmensi, rappresentando tutta Cuba, parteciperanno alla manifestazione centrale in Piazza della Patria, a Bayamo, domani mercoledì  28 settembre. (Traduzione GM - Granma Int.)