ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Bayamo - La necessità d’implementare, sin d’ora, misure preventive che permettano di affrontare il prossimo periodo secco, da novembre ad aprile del 2017, senza problemi per il bestiame, è stata messa in risalto in questa città da
José Ramón Machado Ventura, secondo segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba (PCC) e vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri.
Parlando con i dirigenti delle imprese dell’allevamento della provincia Granma, il dirigente ha insistito sull’urgenza di determinare a tempo la forma di rifornimento dell’acqua in quei luoghi dove potrà scarseggiare, ed ha segnalato che è necessario dedicare maggiori aree alla semina di pascoli e foraggi resistenti alla siccità, per garantire alimenti agli animali nella tappa con le minori precipitazioni.
“Inoltre è necessario, ha aggiunto, assicurare la conservazione del foraggio e dei residui della produzione di zucchero, come il miele urea, per garantire l’integrità degli animali”.
Nell’incontro è stato  segnalato che Granma ha chiuso con una situazione favorevole il primo semestre dell’anno nelle voci principali del settore  ed è stato messo in risalto che la produzione di latte totale pianificata nel semestre era di 10 milioni 491.400 litri e ne sono stati ottenuti 12 milioni 629.000, cioè il 120% di quanto era previsto.
Ugualmente la consegna di carne bovina ha raggiunto il 107% della produzione, di carne di animali minori il 116% e la produzione di uova ha raggiunto il 104%.
L’eccezione è l’allevamento dei suini, instabile per via della mancanza di materie prime destinate all’alimentazione dei maiali.
“Anche se i numeri sono promettenti, restano riserve alle quali si lavora per moltiplicare  i risultati della produzione”, ha riconosciuto Federico Hernández, membro del Comitato Centrale e primo segretario del Partito nella provincia.
“Dobbiamo applicare tutto il talento disponibile per garantire efficienza nell’ allevamento, fonte vitale di alimenti”, ha segnalato.
Nell’incontro è stato spiegato che per rendere concreto l’impegno di produrre più alimenti per il popolo, il territorio perfeziona il sistema d’ inseminazione artificiale e recupera l’infrastruttura installata dalla Rivoluzione, come le stalle tipiche e la riproduzione di bestiame, oltre ai laboratori e alle aree per il foraggio.
Inoltre si controlla sempre più la riproduzione, si recuperano canali per l’utilizzo ottimale dell’acqua e si lavora nei centri di conservazione del latte nei frigoriferi, preparando gli specialisti del settore.
Come parte della sua visita a Granma, Machado Ventura ha parlato anche con i dirigenti delle cinque fabbriche di zucchero del territorio per valutare la marcia delle riparazioni nelle fabbriche ed ha assicurato che c’è disponibilità di risorse per intraprendere la manutenzione necessaria e ottenere una produzione efficiente. (Traduzione GM – Granma Int.)