ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Roberto Morales Ojeda, ministro del Minsap, ha elogiato Claudia Alemañi, la studentessa meglio preparata. Photo: Anabel Díaz

Con l’impegno di preservare il benessere del popolo cubano e di qualsiasi nazione lo necessiti, si è svolta la cerimonia di laurea di più di 900 professionisti della salute - medici, odontoiatri, infermieri-  dell’Università di Scienze Mediche de L’ Avana (UCMH).
“Questo giorno non è solo una meta raggiunta,  ma è un punto di partenza per il nostri allievi e ci sentiremo completamente soddisfatti quando nei loro nuovi posti di lavoro daranno il meglio di sè per continuare con la loro preparazione tecnico- scientifica, umanista e rivoluzionaria e consolidare le proiezioni di lavoro dell’università” ha detto Luis Alberto Pichs García, rettore della UCMH.
Come principale obbiettivo del centro per i prossimi anni, ha segnalato il consolidamento delle strategie di formazione,  preparazione e investigazione che aiutano ad elevare gli indici dello stato di salute della popolazione, incrementando la qualità e la soddisfazione del nostro popolo con i servizi medici che riceve e rendere più efficiente e sostenibile il sistema nazionale di salute, garantendo il suo sviluppo.
Pichs García ha poi reso omaggio a nome dell’istituzione a Fidel: “Per il suo 90º compleanno, per il suo permanente vincolo con il nostro centro universitario costruito con i suoi sogni, la sua guida e il suo esempio, ed ha consegnato un album fotografico con le immagini dei  risultati più importanti del centro a Roberto Morales Ojeda, membro del Burò Politico e ministro di Salute Pubblica, perché lo consegni al ‘leader della Rivoluzione cubana.
Morales Ojeda ha esteso l’elogio alla UCMH, per i  40 anni dalla creazione del   centro d’educazione del Ministero di Salute Pubblica,  che risponde al Ministero d’Educazione  Superiore.
“Il modo migliore per laurearsi è  comprendere la responsabilità che assumiamo con il nostro popolo e con chi ci ha preceduto”,  ha segnalato Claudia Iris Alemañy, la miglior  allieva integrale.
“Per noi  è un privilegio unirci a questo esercito di camici bianchi, il cui obbiettivi  è transitare senza fermarsi per il cammino del miglioramento umano”, ha detto ancora.
“La felicità reale non è nostra, è per te, amata  Cuba, che ci permetti di dire oggi che siamo medici cubani difensori dei deboli e delle giuste cause, ha detto  Mohammed Abu Srom, della Palestina, il miglior laureato straniero della promozione a nome dei 124 studenti di 32 paesi che hanno ricevuto i loro diplomi. (Traduzione GM – Granma Int.)