ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Uno degli obbiettivi immediati del movimento sindacale cubano è rinforzare il suo lavoro appoggiando il perfezionamento dell’impresa statale socialista, che è la forma principale dell’economia nazionale.
Ulises Guilarte de Nacimiento, membro del Burò Politico e Segretario Generale della CTC, lo ha detto in un dialogo con sindacalisti di differenti settori, parlando, a L’Avana, del processo di attualizzazione del modello economico e sociale del paese.
Uno degli accordi è stato l’utilizzo come strumento giuridico degli articoli  14 e 18 della Legge No. 116 Codice del Lavoro,  che stabilisce il diritto dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali di partecipare all’elaborazione, esecuzione e controllo dei piani di sviluppo e a proporre misure incamminate al perfezionamento della gestione delle imprese.
In questa forma i lavoratori possono appoggiare il processo storico della costruzione del socialismo proposto nel concetto presentato nel 7º Congresso del Partito Comunista di Cuba.
I presenti all’incontro hanno accordato che continuano ad essere priorità le attività indirizzate ad elevare la guida del movimento sindacale  di fronte alle trasformazioni che sono d’impatto nello scenario del lavoro del paese in termini di composizione, relazioni e cornice di regolamenti.
L’impresa statale socialista non è solo una forma principale dell’economia nazionale, ma anche del sistema socioeconomico e della base del potere reale dei lavoratori ed opera con le forme di gestione non statali, un aspetto molto chiaro tra i dirigenti sindacali. ( Traduzione GM - Granma Int.)