ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Un fruttifero scambio professionale ha posto fine al dialogo del   XI Seminario Internazionale di Giornalismo e Turismo  con 50 informatori di 10 paesi.
Tra i temi di maggior importanza, l’attualità delle reti sociali e il loro utilizzo  per il settore giornalistico e dei viaggi.
L’esperta della Facoltà di Comunicazione dell’Università de L’Avana,  Beatriz Pérez, ha trattato questo tema ed ha segnalato la necessità di pensare bene ai contenuti che si collocano in queste reti e alle caratteristiche che devono accompagnare i messaggi dei giornalisti, come la brevità, la qualità, i multi media, la rilevanza, la credibilità, l’attrazione e l’originalità.
Poi ha segnalato che si tratta di uno strumento molto necessario attualmente, quando il giornalismo si deve adattare ai nuovi tempi e deve approfittare della facilità di comunicazione che offre Internet.
Pedro Emilio Moras, del Centro d’Investigazione Culturale Juan Marinello de l’Avana ha parlato della fattibilità di una cultura per il turismo e un’autentica cultura della destinazione.
Le coincidenze hanno voluto rinforzare i vincoli tra le entità incaricate di questi temi e mostrare ai visitatori le vere tradizioni culturali delle regioni, tra i vari punti in dibattito.  
La delegazione argentina ha parlato delle Multidiscipline nel Turismo, mentre quella panamegna  ha spiegato l’attualità dell’ampliamento del Canale nel paese centroamericano e alla chiusura dell’incontro  è stato presentato il  nuovo rum cubano Tributo.
Questo liquore appena apparso nel mercato, ha un forte impatto nel turismo ed è stato presentato da un gruppo di specialisti della compagnia mista Havana Club International S.A.  che ha mostrato il prodotto ai giornalisti assieme ai maestri del rum.
Negli ultimi due giorni del seminario i partecipanti hanno realizzato percorsi d’interesse in vari luoghi tra i quali  Varadero a 140 Km. a est de L’Avana.
Hanno partecipato alla riunione giornalisti specializzati nel turismo di  Colombia, Perù, Uruguay, Russia, Nicaragua, Messico, El Salvador, Stati Uniti, Argentina, Panama, Repubblica Dominicana e Cuba.
L’attenzione per questo seminario cresce di anno in anno, come lo sviluppo dell’ industria turistica verso l’Isola, che ha già ricevuto più di 3.5 milioni di visitatori stranieri ogni anno. (Traduzione GM – Granma Int.)