ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Holguín – Le piogge delle ultime settimane sono state molto positive per i laghi artificiali di questa provincia e attualmente si trovano al 80.3% della loro capacita totale calcolata in 922 milioni di metri cubi.
Eudelio Ricardo Mondeja, delegato provinciale dell’Istituto Nazionale delle Risorse Idrauliche, ha informato Granma che i laghi artificiali in cui è accresciuto il maggior volume di acqua sono quelli che garantiscono il rifornimento di acqua alla popolazione della città di Holguín.
I laghi artificiali di Güirabo y Cacoyugüín che erano fuori servizio dal 23 maggio e avevano portato ad una situazione disperata, grazie alle precipitazioni oggi assicurano con il lago di Gibara sei mesi di copertura di acqua.
L’inizio della settimana è stato il più produttivo per il recupero del laghi, che hanno accumulato circa 18 milioni di metri cubani, fatto poco abituale negli ultimi anni marcati da un basso indice di precipitazioni che sembra allontanarsi come indicano pronostici e i fatti meteorologici.
Il volume di acqua presente favorisce il territorio dell’est della provincia, perchè dei 643 milioni di metri cubi disponibili, oggi 526 restano lì soprattutto nei laghi artificiali delle dighe di Mayarí, Nipe, Birán e Nuevo Mundo.
Dopo aver valutato la difficile situazione che presentava il rifornimento alla città di Holguín per le scarse piogge degli ultimi 24 mesi, Eudelio Ricardo ha detto che la siccità del 2004 è stata la più  severa e che oggi si affronta la situazione in migliori condizioni partendo da quei momenti, anche per la costruzione dei travasi di Cauto-Güirabo e Nipe–Gibara.
Dal febbraio dell’anno scorso ad oggi le due opere hanno permesso di travasare 23 milioni di metri cubi di acqua che corrispondono al volume totale dei laghi artificiali di  Güirabo e Cacoyugüín, ha detto.
In questo periodo, l’Impresa di Utilizzo Idraulico del INRH nella provincia, responsabile di portare l’acqua dalle fonti sino ai sistemi dell’acquedotto, ha speso 3.5 milioni e mezzo di pesos in operazioni, soprattutto per pagare l’elettricità,  e rispetto alla avarie presenti nel mese di maggio nella stazione di pompaggio di Veinte Rosas, nel Cauto, nella diga di Gibara e la sua conduttura, come Granma aveva pubblicato.
Questi problema sono stati risolti e oggi il funzionamento è stabile, per cui sono stati ristabiliti i rifornimenti di acqua alla popolazione della città di Holguín.( Traduzione GM – Granma Int.)