ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Aniversario del Minint. Photo: Estudio Revolución

Ieri, lunedì 6 giugno, con la presenza del Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz,  si è svolta la cerimonia - politico culturale per il 55º anniversario del Ministero degli Interni, dedicato ai 60 anni dallo sbarco dei partecipanti alla spedizione dello yacht Granma, al giorno delle Forze Armate Rivoluzionarie  - FAR- e al 90º compleanno del leader della Rivoluzione
Il momento è stato perfetto per la lettura da parte del vice ammiraglio Julio
César Gandarilla Bermejo, primo viceministro  degli Interni - di una lettera
d’auguri inviata dal  Generale d’Esercito  per l’occasione, nella quale si è riferito alla fondazione del Minint, nato dall’Esercito Ribelle e formato da uomini e donne umili. Il presidente di Cuba ha segnalato le loro molteplici missioni  realizzate affrontando la lotta contro la delinquenza, la corruzione, le indiscipline sociali e le azioni nemiche, e li ha esortati a continuare a difendere le conquiste della Rivoluzione con l’attuazione etico-professionale che li dovrà sempre caratterizzare.
Il secondo segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e
vicepresidente dei Consigli  di Stato e dei Ministri, José Ramón Machado Ventura,  ha ricordato nel discorso centrale della cerimonia le condizioni storiche per la creazione del Minint, la guida sicura di Fidel e di Raúl e il ruolo dell’unione monolitica del popolo per compiere le missioni internazionali, oltre allo scontro dei momenti più difficili della storia della Patria.
“In ogni compito grande o piccolo intrapreso dalla Rivoluzione sono  stati presenti con modestia e semplicità i membri del Ministero degli Interni in stretta unione con i loro fratelli di trincea delle Forze Armate Rivoluzionarie, sempre insieme al nostro eroico popolo, convinti che senza di lui nessuna vittoria è possibile” ha esclamato.
Le sfide e i compiti del presente continuano tanto grandi come quelli di 55 anni fa, per non dire maggiori , ha detto, rivolgendosi soprattutto ai giovani e riferendosi alle sfide che il paese affronta, sottolineando l’importanza dei valori morali, l’etica, l’onore, l’ austerità, la fermezza ideologica, il coraggio politico e la disposizione per il compimento del dovere, tutti principi difesi dai suoi fondatori.
Hanno partecipato alla cerimonia i membri del Buró Politico, del Comitato Centrale del Partito e del Consiglio di Stato e dei Ministri, dirigenti d’organizzazioni di massa, capi e ufficiali del Minint e le FAR e una rappresentanza di fondatori, studenti e lavoratori civili con i Cinque Eroi( Traduzione GM – Granma Int.)