ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
La terapia cellulare è già stata introdotta in 14 province. Photo: Freddy Pérez Cabrera

Sono 1.612 i nuovi pazienti cubani trattati con cellule madri nel 2015 e questa cifra situa Cuba nel gruppo ridotto di nazioni del mondo che hanno comunicato un tasso superiore ai cento casi assistiti con la detta terapia cellulare per ogni dieci milioni di abitanti.

Il dottore in Scienze Porfirio Hernández Ramírez, coordinatore del Gruppo di Medicina Rigenerativa e di Terapia Cellulare del Ministero di Salute Pubblica, ha diffuso queste informazioni durante una conferenza magistrale offerta

nella recente Convenzione Ispano-Latinoamericana di Scienze Basiche Biomediche 2016, che ha riunito nella Scuola Latinoamericana di Medicina (ELAM) professori, investigatori e studenti degli Stati Uniti, Spagna e Cuba.

Nella sua dissertazione il professor Hernández Ramírez ha indicato che la terapia cellulare è già stata introdotta in14 province e che sono 9124 i casi ai quali è stato applicato questo promettente metodo in Cuba dal febbraio del 2004 alla fine del 2015 , soprattutto nel specialità di angiologia, ortopedia e traumatologia.

Il dottore in Scienze José Armando Galván Cabrera, specialista di secondo grado in Biochimica Clinica dell’Istituto d’Ematologia e Immunologia, ha messo in risalto che anche se la terapia con cellule madri adulte offre un futuro molto promettente per la soluzione di malattie complesse, si dovrà determinare senza eccesso di ottimismo o pessimismo la vera dimensione della loro utilità.

Inoltre è stata realizzata una Tavola Rotonda intitolata “Medicina rigenerava applicata allo sport”, nella quale noti investigatori dell’Istituto di Medicina Sportiva hanno esposto l’esperienza cubana in questa linea di lavoro.

L’incontro è stato organizzato dalla Società Cubana di Scienze Morfologiche e dalla ELAM, con l’auspicio del progetto Sviluppo della CGIL-Roma, Lazio dell’Italia; dell’Istituto di Scienze Basiche e Precliniche Victoria de Girón, il Consiglio Nazionale delle Società Scientifiche di Salute del ministero di Salute Pubblica, e la firma ALIAM BlancLabo SA, della Svizzera. (Traduzione GM – Granma Int.)