ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il funzionario cubano ha affermato che il Vertice servirà per continuare a stringere i vincoli tra le nazioni dei Caraibi. Photo: Yaimí Ravelo

“Cuba ha creato tutte le condizioni per far sì che il VIII Vertice dell’Associazione degli Stati dei Caraibi  (AEC) si realizzi positivamente a l’Avana”, ha affermato  ieri martedì 24, Manuel Aguilera de la Paz, Direttore Generale dell’ America Latina e dei Caraibi del Ministero delle Relazioni Estere di Cuba.
Durante una conferenza stampa ha detto che l’incontro servirà come piattaforma per continuare a stringere i vincoli tra le nazioni dei Caraibi e contribuire al processo di rivitalizzazione della AEC, iniziato nel 2013 durante il V Vertice effettuato a  PétionVille, in Haiti.
Il funzionario  ha anticipato che nel Vertice  sarà prevista l’approvazione della dichiarazione de L’Avana e del Piano Azione 2016 – 2018, che darà continuazione a quanto stabilito tre anni fa in territorio haitiano.
Inoltre durante il Vertice si eleggerà un nuovo segretario generale che occuperà dal 1º agosto l’incarico  attualmente svolto da Alfonso Múnera.
Aguilera ha indicato che la AEC ha concentrato i suoi principali sforzi nella cooperazione, ma che senza dubbio si devono rinforzare la consultazione e l’unità politica,  ed ha aggiunto che sia questa associazione, come la Comunità degli Stati Latinoamericani e dei Caraibi -  CELAC  - devono farsi guidare dai postulati del Proclama di questo territorio come Zona di Pace, firmato durante il II Vertice della CELAC realizzato a L’Avana nel 2014.
Il  VII Vertice dell’Associazione degli Stati dei Caraibi si svolgerà tra il 2 e il 4 giugno prossimi nel Palazzo della Rivoluzione a l’Avana. ( Traduzione GM - Granma Int.)