ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
L’incontro è importante per la formazione integrale e la preparazione degli studenti. Photo: Juvenal Balán

La costruzione di un mondo di pace, giustizia sociale e sviluppo sostenibile costituisce il reclamo di circa 200 giovani studenti universitari che hanno inaugurato ieri, martedì 29, la XXI Edizione del Modello delle Nazioni Unite de l’Avana, HAVMUN 2016, che si svolgerà sino al 1º aprile nell’Università de L’Avana  (UH).
La protezione delle bambine e dei bambini in situazioni di conflitto, le istituzioni educative, la non proliferazione delle armi piccole e leggere, la strategia globale contro il terrorismo, figurano tra i temi che dibattono in quattro commissioni di lavoro gli studenti di varie facoltà di Cuba e di altri paesi : Messico, Ecuador, Repubblica Dominicana, Stati Uniti e Russia.
Durante l’inaugurazione realizzata nell’Aula Magna della UH, Eduardo Pérez Otaño, segretario generale dell’incontro, ha ricordato gli inizi dell’Esercizio accademico, 20 anni fa, quando un gruppo di universitari cubani si sommò all’iniziativa che stava prendendo forza in varie  università del mondo e realizzarono la prima edizione di  HAVMUN, nel 1996.
“ Questa, ha detto, vuol’essere un’edizione accademicamente superiore”.
“Di fatto si somma come terza lingua il francese ed è previsto un programma collaterale che include conferenze magistrali come quella offerta nella prima giornata dal dottor Ricardo Alarcón de Quesada, con il titolo: Riforma delle Nazioni Unite a 70 anni dalla fondazione”.
Pérez Otaño ha confermato che i giovani hanno risposto alla convocazione, lo scorso 8 ottobre, di raccogliere 20.000 firme con l’obiettivo di sostenere la Dichiarazione dell’America Latina come Zona di Pace approvata a L’Avana durante il II Vertice della CELAC nel 2014.  Le firme saranno consegnate ufficialmente durante la chiusura dell’incontro.
Gustavo Cobreiro, rettore dell’università, ha risaltato l’importanza di questo incontro per la formazione integrale e la preparazione degli studenti, rinforzando il dominio dell’attualità internazionale in aree come la politica, l’economia e la società.  
In questa edizione di HAVMUN dedicata ai 70 anni dalla fondazione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite; ai 40 dall’approvazione della Costituzione della Repubblica di Cuba e della creazione degli organi del Potere Popolare; ai 50 dell’Organizzazione Continentale Latinoamericana degli studenti  Oclae, e ai 90 anni che compirà il leader della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro.
Il comitato organizzatore ha riconosciuto il lavoro delle istituzioni e delle organizzazioni che hanno coadiuvato alla realizzazione e lo sviluppo dell’incontro Hanno partecipato alla cerimonia d’apertura, Jennifer Bello Martínez,
membro del Consiglio di Stato e presidente della Federazione studentesca Universitaria (FEU); Juan Carlos Imbert, presidente della FEU nella UH; Soraya Álvarez Núñez, direttrice dell’Associazione Cubana delle Nazioni Unite; Heidy Villuendas, presidente della Oclae; Laura Melo, rappresentante del Programma Mondiale degli Alimenti, in qualità di coordinatrice residente a.i.  del Sistema delle Nazioni Unite  in Cuba, e vari membri del corpo diplomatico accreditato. (Traduzione GM - Granma Int.)