ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Università de L’Avana. Photo: Alberto Borrego

Da oggi, martedì 29 marzo, nell’Università de L’Avana (UH) si svolgerà il Modello delle Nazioni Unite, Havmun 2016, uno spazio per dibattere, riflettere e proporre possibili soluzioni alle preoccupazioni che affliggono il mondo.
Gicela Morales, specialista del Dipartimento di Comunicazione  Istituzionale della UH, ha informato la ACN che in questa occasione il tema principale sarà * La pace come requisito indispensabile per lo sviluppo sostenibile *.
Questo incontro terminerà il 1º aprile ed è organizzato dalla Federazione degli Studenti Universitari  con la collaborazione dell’Associazione cubana delle Nazioni Unite e del Ministero delle Relazioni Estere.
La Morales  ha detto che si prevede la partecipazione di più di 250 delegati nazionali e stranieri che lavoreranno in sette commissioni, cinque in spagnolo, una in francese e una in inglese.
Havmun compie in questo 2016 vent’anni e tra le attività collaterali si realizzerà il III Seminario Internazionale, nel quale si daranno appuntamento i capi delle delegazioni  straniere e ci sarà anche un incontro di vecchi partecipanti all’evento.  
Nel teatro  Sanguily della collina universitaria si offriranno conferenze magistrali tra le quali  *Las paradojas de la racialidad: una mirada desde Cuba*, di Zuleica Romay, presidente dell’Istituto Cubano del Libro e Premio Casa de las Américas 2012.
Le ripercussioni dei conflitti armati sui bambini, le strategie contro il terrorismo, la decolonizzazione, le azioni globali per lo sviluppo dell’educazione, la scienza e la cultura, con altri temi, saranno essenziali per il Modello Cubano delle Nazioni Unite, ha sottolineato ancora la specialista . (info ACN/ Traduzione GM – Granma Int.)