ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Faccio i miei complimenti a tutti i lavoratori della CEPAL e dedico loro questo titolo, ha detto Alicia Bárcena, Segretaria Esecutiva della Commissione Economica per l’America Latina e i Caraibi durante la cerimonia di consegna del titolo onorifico di Dottore Honoris Causa in Scienze Economiche, nell’Università

de L’Avana.

Durante la cerimonia, celebrata giovedì 24 nell’Aula magna della casa di alti studi la Bárcena ha detto di sentirsi onorata ricevendo questo titolo che l’ha posta in un elenco di grandi personalità come Nicolás Guillén, Alejo Carpentier ed Eduardo Galeano.

Riferendosi all’Università de L’Avana, l’ha definita “storica e bella”, un crogiolo

nella storia di Cuba”. Poi ha riconosciuto che è un vero onore accompagnare il processo di attualizzazione del modello economico cubano.

Durante il suo intervento, Gustavo Cobreiro, rettore dell’Università de l’Avana ha affermato che la decisione d’assegnare questo titolo accademico ad Alicia Bárcena risponde al suo contributo alla casa di alti studi, a Cuba e in generale al suo impegno con il cambio sociale.

Cobreiro ha fatto riferimento al gran lavoro che ha sviluppato la funzionaria lavorando in diverse istituzioni del sistema della ONU e che inoltre uno dei documenti principali presentati dalla CEPAL con la guida della Bárcena, è *L’Ora del’Uguaglianza* in cui si postula che l’equità dev’essere il principio etico normativo primordiale e l’obiettivo dello sviluppo.

La Decana della Facoltà d’Economia della UH, Silvia Odriozola, ha affermato che l’operato di Alicia Bárcena accumula meriti nel suo paese natale, il Messico, come in tutta l’America Latina ed ha riferito che la segretaria esecutiva della CEPAL è amica dell’Isola da anni e l’ha visitata in moltissime occasioni.

“Ha difeso la sua causa e la lotta del nostro popolo per mantenere l’indipendenza e la dignità”, ha detto.

Con la guida della Bárcena, la CEPAL è diventata più forte ed ha mostrato la problematica dello sviluppo in America Latina e nei Caraibi.

Alicia Bárcena ha firmato il libro dei visitatori dell’istituzione ed ha chiesto che non finiscano i sogni dell’America Latina e dei Caraibi, perchè *è giunta l’ora dell’ uguaglianza * .

Al termine della cerimonia la funzionaria ha offerto una breve conferenza stampa nella quale ha affermato, riferendosi alla recente visita del presidente degli USA, Barack Obama nell’Isola, che la prima cosa da chiedere a questo mandatario è l’eliminazione del blocco economico, commerciale e finanziario imposto a Cuba.

“L’America Latina è una regione con enormi ricchezze, ma si deve creare uno stile di sviluppo ideale per far terminare la grande disuguaglianza che esiste nella maggioranza dei suoi paesi, dovuta alla povertà e alla grande concentrazione di ricchezza in poche mani”, ha sostenuto.

Erano presenti alla cerimonia Rodolfo Alarcón, ministro d’Educazione Superiore (MES); Rodrigo Malmierca, ministro del Commercio Estero e l’Investimento Straniero; Juan José Bremer de Martino, Ambasciatore degli Stati Uniti Messicani in Cuba, con membri del Corpo diplomatico accreditato, rappresentanti degli organismi internazionali delle Nazioni Unite e funzionari del MES.

Alicia Bárcena è una biologa e diplomatica messicana che dal 2008 è impegnata come segretaria esecutiva della CEPAL, organismo della ONU con sede in Santiago del Cile. ( Traduzione GM – Granma Int.)