ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Fabio Prado spiega che per la Unilever è un onore poter aiutare il benessere della popolazione cubana. Foto: Cortesia dell’intervistato

“È un onore essere tra le prime imprese che hanno ottenuto l’autorizzazione del Governo di Cuba per realizzare un investimento a Mariel e contribuire allo sviluppo del paese e al benessere della popolazione, in accordo con il piano di vita sostenibile Unilever”, ha assicurato a Granma Internacional Fabio Prado, presidente della Unilever in Messico e nei Caraibi.

Nel pieno rispetto dell’impegno permanente con i consumatori, l’imprenditore ha fatto sapere che per l’entità che rappresenta è fondamentale l’importanza che ha nella Zona Speciale di Sviluppo Mariel, la preservazione dell’ambiente.

Ugualmente definisce questo mega progetto come innovatore, che conterà con le infrastrutture, lo spazio fisico, l’impulso del governo necessari per il lavoro dell’ impresa.

Dopo la costituzione ufficiale dell’entità mista come cliente dalla ZEDM da poco più di un mese, la Unilever Suchel S.A. necessita un fondo di circa 35 milioni di dollari per l’investimento.

In accordo con Prado, il futuro impianto a Mariel darà la possibilità di creare circa 300 posti di lavoro diretti e offrirà al mercato domestico prodotti di qualità che contano su un grande prestigio a scala internazionale, destinati alla cura della persona e alla pulizia della casa.

“Una delle sfide immediate, ha detto Prado, è la costruzione della fabbrica, che sarà terminata nel 2017, per la produzione di una gamma di prodotti di pulizia e igiene con le marche Sedal, Rexona, OMO, Lux e Close-UP, tra le tante.

Formata da due società mercantili, l’olandese Unilever N.V., e la cubana Intersuchel S.A., la nuova impresa utilizzerà nuovi metodi di gestione, con l’uso di tecnologie e altri standard di sicurezza.

Per una vita sostenibile

In un mondo volatile, che soffre per il cambio climatico e affronta l’aumento della popolazione, la Unilever scommette su uno stile di vita quotidiana sostenibile che permetta di crescere in armonia con la natura nei prossimi anni.

La compagnia difende un modello d’affari nel quale la totalità delle materie prime deve provenire da fonti sostenibili, la salute delle persone dev’essere una priorità, con cui si migliorino i diritti e le opportunità di lavoro e le donne ricevano un giusto trattamento.

Mentre ricerca un ambiente protetto per le future generazioni, la Unilever commercia i suoi prodotti in 190 paesi, guadagna più di 50.000 milioni di dollari annualmente e dispone di 300 marche registrate; ha 2000 milioni di consumatori al giorno e 172.000 dipendenti nel mondo.

Con più di un secolo d’operazioni, la UNILEVER crede che l’inclusione nella ZDEM aiuterà le relazioni commerciali tra Cuba e il Regno dei Paesi Bassi.

Visto l’appoggio che significano i vantaggi fiscali e altri beenfici che la ZDEM Mariel offre agli investitori, questo luogo stratagico per la crescita economica dell’ Isola presenta condizioni vantaggiose anche per la grandi imprese.

Le marche della Unilever sono note in Cuba per la loro presenza internazionale e si prevede il commercio e la distribuzione all’ingrosso nel mercato interno, di fronte alla crescente domanda della popolazione e all’incremento del turismo. ( Traduzione GM - Granma Int.)