ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il Generale d’Esercito ha parlato più di due ore con i dirigenti e i lavoratori del Centro Nazionale d’Investigazioni Sismologiche. Photo: Estudio Revolución

Santiago di Cuba - Il Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz ha visitato venerdì 19 il Centro Nazionale delle Investigazioni Sismologiche che per conoscere di prima mano la situazione anomala che presenta il territorio orientale dal principio del mese di gennaio, con 1463 scosse di terremoto delle quali 42 percettibili dalla popolazione.

Accompagnato da Lázaro Expósito, primo segretario del Partito nella provincia, è stato ricevuto nell’istituzione dai dottori Vladimir Moreno ed Enrique Arango, direttore e vice direttore tecnico, rispettivamente, con i quali ha parlato per quasi due ore del monitoraggio delle scosse e della tecnologia usata per questo, della forma in cui si riceve il segnale e delle analisi che si realizzano.

Raúl ha chiesto informazioni sul pericolo di tsunami nella zona e sugli studi fatti a questo proposito, sulla storia dei terremoti di grande intensità avvenuti nell’ oriente dell’Isola, le caratteristiche delle placche tettoniche dove si producono gli ultimi eventi sismici e sulle misure che si prendono per diminuire i danni che potrebbe provocare un terremoto di forte intensità.

Lázaro Expósito ha indicato che in questa situazione è stata fondamentale la comunicazione quotidiana e diretta con la popolazione, che ha agito con maturità e disciplina.

Il Generale d’Esercito ha considerato che il lavoro svolto è stato molto buono ed ha invitato a seguire le questioni psicologiche scatenate da questi fenomeni naturali. Inoltre ha indicato di continuare a porre enfasi nel rispetto delle norme di costruzione antisismiche, sia negli edifici che realizza lo Stato, come in quelli che costruiscono le persone per conto proprio.

Inoltre ha consigliato di mantenere attualizzati i piani per affrontare i disastri, piani che devono essere conosciuti da tutti i cittadini ed ha aggiunto che si deve continuare a studiare la situazione attuale in profondità.

All’uscita dal Centro Nazionale delle Investigazioni Sismiche, Raúl ha fatto i suoi complimenti ai dipendenti per l’arduo lavoro che hanno sviluppato per mentenere sempre informata la popolazione. (Traduzione GM– Granma Int.)