ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il Santissimo Patriarca di Mosca e di Tutta la Russia, Kirill, è nato il 20 novembre del 1946 a Leningrado.

Suo padre, Mikhail Vasílievich Gundyaev, era chierico ed è morto nel 1974.

Sua madre, Raísa Vladímirovna Gundyaeva, era professoressa di tedesco.

Suo nonno, il Sacerdote Vasiliy Stepanovich Gundyaev, fu rinchiuso nel carcere dell’arcipelago Solovetsky, soffrendo la prigione e il campo di concentramento data la su attività religiosa e per la lotta contro la rinnovazione della Chiesa Ortodossa negli anni 20- 30 e 40 del XX secolo.

Ha ricevuto educazione religiosa nel Seminario Accademia Conciliare di Leningrado (1965-1970).

Il 3 aprile del 1969 ha preso l’abito ricevendo il nome di Kirill.

Tra gli anni 1970 e 1971 è stato professore delle Scuole religiose di Leningrado e Segretario personale del Metropolita di Leningrado e Nóvgorod. Dal 1971 al 1974 ha rappresentato il patriarcato di Mosca presso il Consiglio Mondiale delle Chiese a Ginevra.

Il 14 marzo del 1976 ha accettato la dignità di Vescovo. Dal 26 dicembre del 1984 è divenuto vescovo di Smolensk e Vyazma e dal 1986 intendente delle parrocchie della regione di Kaliningrado.

Durante gli anni dal 1989 al 2009 è stato Presidente della Sezione delle relazioni ecclesiastiche esterne e membro permanente del Santo Sinodo.

Il 27 gennaio del 2009 il Concilio della Chiesa Ortodossa Russa ha eletto il Metropolita Kirill, Patriarca di Mosca e di Tutta la Russia.

Il Patriarca Kirill ha vari titoli scientifici e diplomi delle università del mondo ed ha offerto conferenze in molte in Europa.

Il Santissimo Patriarca Kirill è autore di circa duemila pubblicazioni nella stampa nazionale e straniera ed ha ricevuto decorazioni statali in molti paesi.

Il Patriarca Kirill lavora nella sfera delle relazioni tra le Chiese Ortodosse e lo sviluppo del dialogo con la Chiesa Cattolica Romana.

Nel 2009 è stata realizzata la riforma degli organi centrali del potere ecclesiastico.

Negli anni dal 2012 al 2016 è cresciuto il numero dei vescovi e degli eparchi (la quantità di vescovi nella Chiesa Russa si è incrementata da 200 nel 2008 a 350 nel 2016). Si divulgano le riforme dell’apparato centrale della Chiesa a livello di eparchie. ( Traduzione GM – Granma Int.)